Alberto Zangrillo, il professor Ricordi a L’aria che tira: “Non può mancare uno come lui dal Cts”

Loading...

“Alberto Zangrillo dovrebbe far parte del Comitato tecnico scientifico”. A sostenerlo a L’aria che tira – il talk quotidiano di La7 condotto da Myrta Merlino – è il professor Camillo Ricordi, direttore del Diabetes research Institute a Miami, in Florida. “Se vogliamo sconfiggere questo virus bisogna mettere insieme clinici di altissimo livello come Zangrillo – è stata la sua spiegazione – e scienziati selezionati magari in base alle pubblicazioni. Se vedete i paesi in cui il Covid è stato sconfitto, c’è un’unità nazionale per battere la pandemia”. Ricordi ha poi commentato la dichiarazione più controversa resa finora da Zangrillo, quella del virus ‘clinicamente morto’: per il professore non si tratta di un’eresia, soprattutto se contestualizzata adeguatamente. “Clinica e scienza sono diverse – ha spiegato – dire che il virus è clinicamente morto, come ha fatto lui, significa dire che le terapie intensive in quel momento erano vuote. Le divisioni tra clinici e scienziati? Io sono con Zangrillo e con la scienza di un certo livello, come dice Crozza… per questo nel Cts dovrebbe esserci Zangrillo”. 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.