Amadeus, retroscena bomba a poche settimane dall’addio: “Potrebbe tornare alla Rai”

La porta della Rai per Amadeus non è chiusa per sempre, anzi. Secondo uno storico dirigente dell’azienda di viale Mazzini, Mario Maffucci, il tempo potrebbe riservare delle sorprese. La confessione sulle colonne di Dipù Tv, dove Maffucci ha raccontato altri episodi di clamorose, almeno all’apparenza, retromarce. Per Amadeus, prossimo al passaggio a Nove, sono giorno molto turbolenti. Contro di lui aveva parlato anche lo storico manager Lucio Presta, parlando di un compenso non rispettato.

Si era parlato di somme di denaro (non si quanto ingenti) e di avvocati messi di mezzo. Una storia che lascia vedere un orizzonte chiaro, al contrario di quanto non sia il passaggio a Nove di Amadeus, sul quale Maffucci ha le idee chiare. La ragione non sarebbe di natura economica: “Ha ricevuto una bella offerta per quattro anni, ma dubito che i soldi siano stati determinanti nella sua scelta”, spiega.

Amadeus, la porta in Rai non è chiusa per sempre

Sarebbe questione di stimoli (e non solo) e proprio per questo potrebbe esserci anche un ripensamento. Aggiunge Maffucci: “Amadeus è un fuoriclasse che ha mille carte da giocare, ma il rischio che si debba fare marcia indietro, quando si fanno scelte del genere, è sempre in agguato, lo dimostra la storia”. Tradotto, un ritorno in casa Rai non è da escludere. Di precedenti, del resto, ce ne sono. Da Baudo, alla Carrà e alla Bonaccorti.

“Baudo era considerato lui stesso la Rai, all’epoca aveva alle spalle due edizioni di Fantastico con ascolti incredibili, fino a venti milioni di telespettatori a puntata, e tre Sanremo da record con picchi di diciassette milioni di spettatori a serata. Era proprio com’è oggi Amadeus”, ha raccontato Maffucci. Spostando poi l’attenzione si Raffaella Carrà.

Lei in quel periodo era come Baudo, un volto simbolo della Rai perchè veniva dai successi di Canzonissima e di Pronto Raffaella. Berlusconi la voleva a tutti i costi, le inviò centinaia di rose in camerino e alla fine riuscì a convincerla”. Per il ritorno di Amadeus potrebbe essere solo questione di tempo. Se non si troverà bene, anche prima dei quattro anni previsti dal contratto. E la Rai spera.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.