Fortissimo boato udito per diversi km in Lombardia: cos’è successo

Loading...

Un fortissimo boato udito per diversi km in Lombardia. È successo nella notte a Cedegolo, in alte Valle Camonica. Il boato ha fatto sobbalzare gli abitanti vicini alla zona interessata. Tutti hanno udito il rumore. È cresciuto ovviamente il panico. All’inizio, infatti, nessuno è riuscito a capire cosa fosse successo. (Continua dopo la foto…)

Fortissimo boato in Lombardia

Notte di paura in Lombardia, precisamente a Cedegolo, in alta Valle Camonica, in provincia di Brescia. Un fortissimo boato ha svegliato i residenti. È accaduto attorno alle 22, non distante dalla ex Centrale dell’Enel. All’inizio nessuno ha capito cosa fosse successo. Gli abitanti della zona, però, hanno avvertito immediatamente i numeri di emergenza. Sul posto sono arrivati prima i vigili del fuoco e poi i carabinieri. Di seguito vi spieghiamo nel dettaglio cos’è successo. (Continua dopo la foto…)

Loading...

C0s’è successo

Paura nella notte a Cedegolo, in provincia di Brescia, dove un forte boato udito attorno alle 22 ha fatto sobbalzare la popolazione. I numeri di emergenza sono stati immediatamente avvertiti e sul posto sono giunti vigili del fuoco del Comando di Darfo Boario Terme, i volontari di Edolo e i carabinieri guidati dal luogotenente Brunello Bacco e il sindaco Andrea Bortolo Pedrali.

Il boato è stato causato da una grande voragine apertasi nella località di Deria. Al momento il bilancio è di una famiglia evacuata a titolo precauzionale, poiché abita in prossimità della voragine. La famiglia sfollata si è trasferita in un’altra abitazione di sua proprietà. Fortunatamente nessuno si è ferito.

Nei prossimi giorni saranno effettuati ulteriori rilievi che serviranno a capire cosa abbia causato l’improvviso dissesto geologico, se esistono altri pericoli di cedimento e quali possano essere i rischi per gli edifici vicini. Già oggi in mattinata un geologo e alcuni tecnici andranno in zona per avere un quadro più preciso della situazione.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.