“Lasciatemi morire in pace”: Gina Lollobrigida, il drammatico annuncio in diretta

Loading...

Durissimo sfogo in diretta di Gina Lollobrigida in diretta nella puntata del 21 novembre 2021 di Domenica In. “Lasciatemi morire in pace, non merito di essere umiliata ogni volta. Non ho fatto niente di male, eppure sono accaniti contro di me e non mi lasciano in pace”: queste le sue parole che hanno spiazzato Mara Venier. Ma cos’è successo e qual è il motivo dello sfogo dell’attrice? Le sue parole hanno un significato ben preciso, vediamo a cosa si riferisce. L’attrice 94enne fa riferimento alla vicenda giudiziaria che la vede coinvolta con membri della sua famiglia.

Loading...

Gina Lollobrigida, il triste annuncio a Domenica In

L’attrice dice di sentirsi umiliata, e si riferisce alla vicenda giudiziaria che la vede coinvolta assieme ad alcuni membri della sua famiglia. “Più che stanca, mi sento umiliata. Dovrebbero lasciarmi morire in pace. Non ho fatto niente di male, capito?”, esclama Lollobrigida. Non è l’unica cosa che la tormenta, però. Infatti, secondo il legale dell’attrice, Antonio Ingroia c’è il matrimonio annullato con uomo spagnolo che “sta cercando tuttora di presentarsi come marito di Gina Lollobrigida: è un falso, quel matrimonio è stato annullato. Le persone che si sono mosse contro Gina Lollobrigida lo hanno fatto in modo coordinato con un obiettivo che non è la tutela di Gina Lollobrigida ma il suo patrimonio”.

“Ci sono delle persone che ti tradiscono, che hanno bisogno di soldi e fanno le truffe. Mi sono sempre dovuta difendere in tutta la mia vita, ma mai come in questi ultimi anni. Alla mia età dovrei avere un po’ di pace ma non ce l’ho ancora, è veramente una cosa indegna che si occupino così tanto di me in questo modo”, dice l’attrice, che si rivolge anche al figlio: Non lo voglio vedere più, mi sono stancata. Ho diritto di vivere e ho diritto di morire in pace”, ha concluso Gina Lollobrigida.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.