Denise Pipitone, spunta questa foto e scoppia il caso. Il terribile sospetto sulla 21enne russa che cerca la madre

Loading...

La scomparsa di Denise Pipitone approda sulla televisione russa e Twitter si accende contro la trasmissione in possesso dei risultati del Dna della giovane Olesya Rostova, ventenne alla ricerca della madre che per alcuni potrebbe essere Denise Pipitone, la bimba scomparsa a 4 anni da Mazara Del Vallo, in Sicilia.

La notizia del possibile ritrovamento – con tutti i condizionali del caso – ha fatto scalpore e in particolare su Twitter gli utenti affezionati alla trasmissione della Sciarelli hanno iniziato a cercare ulteriori informazioni sulla ragazza russa. In questi anni le segnalazioni su possibili ritrovamenti di Denise Pipitone sono state tantissime, ma non c’era mai stata una pista così importante come questa che porta in Russia, con tanto di storia analoga e foto che mostra una somiglianza davvero impressionante con Piera Maggio, la mamma di Denise Pipitone. 

Al momento i risultati del test – almeno per gli spettatori – rimangono un mistero che sarà svelato nel corso della prossima puntata in onda mercoledì 7 aprile (dopo due slittamenti). Puntata alla quale l’avvocato di Piera Maggio ha deciso di partecipare dopo aver ricevuto una comunicazione dal legale di Olesya sugli esami del sangue sui quali, però, vige un embargo. Troppo in ogni caso per gli utenti del social, che ora accusano il programma russo di marciare sul caso di Denise Pipitone solo per fare ascolti.

E la polemica si è infuocata quando lo scrittore Matteo Grimaldi, che sui social ha raccolto foto e informazioni su Olesya Rostova, la giovane che ha lanciato l’appello per ritrovare la famiglia biologica. Secondo Grimaldi la 21enne non sarebbe Denise Pipitone, a confermare la sua tesi una serie di foto che mostrerebbero Anastasia, la sorella di Olesya (che in realtà dovrebbe chiamarsi Angela), nel dietro le quinte insieme al conduttore della trasmissione ”Lasciali parlare”. (Continua a leggere dopo la foto)

Loading...

Secondo la ricostruzione dello scrittore la verità sarebbe già venuta a galla grazie a una serie di foto, poi cancellate, di Olesya e Anastasia. Su Twitter è partita la polemica: “speculare sul dolore di una famiglia”, di aver “messo in scena una truffa”, “una montatura” e “una buffonata”, e di “spettacolarizzazione che supera addirittura quello di alcune trasmissioni italiane”. Una “vergogna”, il commento più gettonato sul social. E il sospetto, alimentato da un misterioso utente russo su Instagram che ha pubblicato alcuni commenti sulla vicenda, è inoltre quello che Olesya in realtà sia “solo un’attrice”. https://www.instagram.com/p/CNV8SljhoMN/embed/captioned/?cr=1&v=13&wp=540&rd=https%3A%2F%2Fnotiziariodelweb.com&rp=%2Fdenise-pipitone-spunta-questa-foto-e-scoppia-il-caso-il-terribile-sospetto-sulla-21enne-russa-che-cerca-la-madre-2%2F#%7B%22ci%22%3A0%2C%22os%22%3A1688.7399999977788%2C%22ls%22%3A1386.884999999893%2C%22le%22%3A1395.2149999968242%7Dhttps://www.instagram.com/p/CNVhPn7hFVu/embed/captioned/?cr=1&v=13&wp=540&rd=https%3A%2F%2Fnotiziariodelweb.com&rp=%2Fdenise-pipitone-spunta-questa-foto-e-scoppia-il-caso-il-terribile-sospetto-sulla-21enne-russa-che-cerca-la-madre-2%2F#%7B%22ci%22%3A1%2C%22os%22%3A1719.199999999546%2C%22ls%22%3A1386.884999999893%2C%22le%22%3A1395.2149999968242%7D

E anche sulle foto di Anastasia (su Instagram play.yourself), tantissimi utenti italiani si stanno scagliando contro la giovane e la tv russa. “Tutta visibilità, tutta finzione una grande presa in giro!!!….. Qua c’è una mamma che piange da 17 anni vergognatevi!!!… Cosa si fa per un po’ di visibilità”, “Solo una cosa… TV russa uno schifo!!? Il test del gruppo sanguigno basta mezz’ora, qui l’avete fatta lunga una settimana…. Schifo e schifo”, “I russi vogliono fare tanto i tipi, dettare regole, e poi si fanno Spoiler da soli…ahahaha ma chi vi cag*! Dovevate lucrare su una bambina scomparsa per avere un po’ di visibilità!”, “Perché non dirlo prima che non è Denise?”, si chiede qualcuno.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.