Napoli, truffa-coronavirus: “Tamponi a domicilio” con macchinari per uso veterinario, 12 arresti

Loading...

Scandalo a Napoli, dove venivano eseguiti tamponi per il coronavirus a domicilio sponsorizzati su un sito internet insieme a test sierologici. Ma era una truffa, scoperta dai Nas insieme ai comandi provinciali dei carabinieri di Napoli e Caserta. La truffa era orchestrata da una banda composta anche da operatori sanitari: nei corsi dei sequestri sono stati sequestrati 10mila kit scaduti. E ancora, il macchinario utilizzato per le analisi era di tipo veterinario. Sono almeno 12 le persone coinvolte nel raggiro.

Loading...

Il gruppo di è composto da personale sanitario (alcuni sono anche convenzionati con il Servizio Sanitario Regionale e impiegati presso le postazioni territoriali di emergenza 118), collaboratori di una società operante nel settore della commercializzazione di dispositivi medici e da faccendieri vari indiziati di appartenere a un’associazione per delinquere. I tamponi per rilevare il Covid-10 venivano processati con kit e apparecchi non regolamentari e, inoltre, l’organizzazione era priva di autorizzazioni.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.