Salvini su Fb: ‘In questo momento le navi di due Ong sono nel Mediterraneo, in attesa di caricare immigrati’

Loading...

“In questo momento le navi di due Ong sono nel Mediterraneo, in attesa di caricare immigrati.”

Lo ha fatto sapere il ministro dell’Interno Matteo Salvini con un post pubblicato su Facebook.

Si tratta delle imbarcazioni Open Arms, battente bandiera spagnola, e la Aquarius, balzata all’onore della cronaca nelle ultime settimana in quanto respinta dal governo italiano.

“Le navi di altre tre Ong – ha aggiunto – (Astral, bandiera Gran Bretagna, Sea Watch e Seefuchs, bandiere olandesi) sono ferme in porti Maltesi. Che strano…”

“La LIFELINE infine, nave fuorilegge con 239 immigrati a bordo, è in acque maltesi,” ha scritto sul social network.

“Tutto questo per dirvi che il Ministro lo farò insieme a Voi, condividendo tutte le informazioni che sarà possibile condividere, e per ribadire che queste navi si possono scordare di raggiungere l’Italia: voglio stroncare gli affari di scafisti e mafiosi!
Buon sabato Amici, vi voglio bene,” ha concluso.

Loading...

Quanto alla Lifeline, ieri il leader della Lega ha affermato:

“La NAVE FUORILEGGE Lifeline (Ong tedesca che usa finta bandiera olandese e mi diede del “fascista”) è ora in acque di Malta, col suo carico illegale di 239 immigrati.

Per la sicurezza di equipaggio e passeggeri abbiamo chiesto che Malta apra finalmente i suoi porti.
Chiaro che poi quella nave dovrà essere sequestrata, ed il suo equipaggio fermato.
Mai più in mare a trafficare, mai più in Italia.”

Sul caso Lifeline, il senatore 5Stelle Gregorio De Falco in un’intervista rilasciata a Tiscali Notizie ha detto di aver “consultato il Gisis, uno dei più forniti database della marina di tutto il mondo, e non risulta che Lifeline sia esattamente una nave fantasma”.

“Lifeline, nave di circa 30 metri, ha un numero Imo, che è il codice che accompagna la nave dalla nascita alla sua distruzione. Lifeline ha anche il codice MMSI che è l’identificativo nazionale: è il 244 che identifica l’Olanda,” ha spiegato.

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.