“È STATO PRESO A MARTELLATE FINCHE NON HA CEDUTO”: LA DEVASTANTE NOTIZIA È DI QUESTI MINUTI

In Italia molto spesso succedono dei fatti di cronaca che lasciano allibita l’opinione pubblica. Alcune volte si tratta di incidenti stradali, oppure omicidi, episodi che comuqnue scovolgono intere comunità. Fanno anche molto parlare episodi legati a morti improvvise a causa di malori, specie in questo periodo estivo, basti pensare a quanto accaduto nella giornata del 27 giugno in Puglia, dove due persone sono morte a causa di malori improvvisi mentre si trovavano su due differenti spiagge del Salento.

I malori in questo caso pare siano stati dovuti al gran caldo che in questi giorni sta funestando la Penisola da Nord a Sud. Proprio per questo le autorità hanno emanato degli avvisi specifici alla popolazione di non uscire nelle ore più calde della giornata. Ma un fatto assurdo si è verificato in queste ore sempre in Puglia, tantissima la paura tra le persone presenti. Vediamo che cosa è accaduto. 

FOLLIA NEL NEGOZIO

Secondo quanto riferisce la stampa locale e nazionale, presso il negozio Zara di Bari situato nella centralissima via Sparano, un gruppo di persone ha improvvisamente preso a martellate un ascensore di vetro situato nello stesso immobile. A quanto pare l’ascensore si era bloccato a causa di un malfunzionamento.

All’esterno c’erano alcuni parenti che attendevano le persone rimaste bloccate all’interno dell’ascensore: questi ultimi erano tre uomini. Senza attendere l’arrivo dei tecnici, questi tre soggetti pare abbiano preso un martello cominciando a colpire l’ascensore fino a quando non lo hanno completamente rotto.

Sul posto è intervenuta la Polizia di Stato che ha provveduto a bloccare i soggetti in questione, i quali sono stati denunciati. Le persone che hanno rotto l’ascensore hanno anche discusso animatamente anche con i poliziotti. Dovranno rispondere di danneggiamento, minacce e resistenza a pubblico ufficiale. Nelle prossime ore sicuramente si conosceranno ulteriori dettagli su quanto avvenuto a Bari all’interno del negozio Zara.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.