BIMBA CON UN RARISSIMO CANCRO AL CERVELLO: LE PAROLE DEI MEDICI

Nel mondo ci sono vicende che fanno discutere la pubblica opinione e che colpiscono anche per la dinamica in cui tali eventi accadono. In queste settimane nel mondo stanno accadendo tantissimi fatti di cronaca che hanno scosso intere comunità. A volte i drammi non accadono perchè si verifica ad esempio un incidente stradale o un omicidio, ma anche per alcuni malori improvvisi. Le malattie infatti sono una delle cause di morte maggiori nel mondo.

Tra le malattie che provocano morte non cè ad esempio soltanto il Covid, che in questi due anni e mezzo ha sconvolto le noste vite, ma esistono mali come ad esempio i tumori per cui ancora non c’è una cura, e gli scienziati a tutt’oggi stanno effettuando delle ricerche in tal senso. In questi giorni il musicista Giovanni Allevi ha dichiarato di avere una malattia del genere. Ma quello che è accaduto ad una piccola bambina ha davvero dell’incredibile, vediamo cosa è accaduto.

LA BIMBA E IL CANCRO AL CERVELLO

 Roxli è una bambina di undici anni che nel corso della sua vita non ha trascorso sicuramente un bel periodo, in quanto le è stato diagnosticato un cancro molto raro al cervello. Secondo quanto riferisce la stampa internazionale la forma di tumore che ha colpito la bimba è nota come Diffuse Intrinsic Pontine Gliomaa.

Durante il corso della sua malattia la bimba ha dovuto sopportare gravissimi sintomi, tra i quali forti emicranie, calo della vista e difficoltà ad ingoiare. Il suo quadro clinico per i medici era molto grave, ma tutti non hanno creduto ai loro occhi quando improvvisamente si è riscontrato qualcosa che nessuno riesce ancora a spiegarsi.

Roxli infatti è guarita spontaneamente dal tumore. Gli esami hanno evidenziato come la massa tumorale non ci sia più. A scopo precauzionale la bimba comunque verrà sottoposta a dei trattamenti medici, anche perchè a questo punto si vuole evitare una recidiva della malattia. Un vero e proprio miracolo quello avvenuto a Roxli.

SHARE

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.