CALCIO SOTTO CHOC, IL CAMPIONE ARRESTATO PER PEDOFILIA: “VIOLENZE SU UNA BIMBA”

Nel mondo accadono spesso fatti di cronaca che sconvolgono la pubblica opinione. A volte si tratta di omicidi oppure di morti legate a malori improvvisi, una circostanza che sempre più spesso si sta verificando nel nostro Paese. Ma ci sono anche fatti che riguardano episodi di violenza: quando succede qualcosa del genere le persone vanno subito in ansia e quindi si recano subito a cercare informazioni su quanto accaduto. Se gli episodi riguardano dei vip la notizia diventa poi immediatamente virale. 

In queste ore il mondo del calcio è stato sconvolto da un episodio che nessuno si sarebbe mai aspettato. La notizia è stata confermata anche dalle autorità, che adesso stanno indagando sulla vicenda. Si tratta di un episodio molto grave, per il quale adesso un notissimo campione del calcio dovrà patire le conseguenze. Vediamo che cosa è accaduto. 

ACCUSA DI PEDOFILIA

Secondo quanto riferiscono i media internazionali, la notizia in questione arriva dalla Spagna, dove la polizia ha arrestato il calciatore Atakan Karazor, 25 anni. I fatti sono riportati anche dal Periódico de Ibiza e Formentera: Karazor avrebbe tentato di violentare una ragazza in una villa durante le vacanze ad Ibiza.

Per motivi di privacy ovviamente le generalità della presunta vittima non sono state rese note, questo anche per l’estrema delicatezza del caso. Karazor milita nella squadra tedesca dello Stoccarda e i fatti sarebbero avvenuti all’alba di mercoledì scorso a Sant Josep de sa Talaia,  un piccolo villaggio nella parte occidentale di Ibiza.

“Il centrocampista del VfB Atakan Karazor è stato arrestato mentre era in vacanza a Ibiza. Nega ogni atto criminale. VfB è in costante contatto con i suoi avvocati. Poiché si tratta di un processo in corso, chiediamo la vostra comprensione che VfB non può commentare ulteriormente per il momento” – questo il comunicato della sua squadra di calcio che conferma quindi l’arresto del giocatore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.