Crisi Ucraina, il Cremlino tuona: “Pronti a colpire centri decisionali a Kiev se….”

CRISI UCRAINA, LA FRANCIA: “MOSCA PENSA AD OFFENSIVA LARGA SCALA A SUD-EST”
In Ucraina prosegue la guerra e le truppe russe si preparano per la grande guerra che si combatterà in Donbass. A tal proposito – come riportato da “Repubblica.it” – le forze russe starebbero pianificando una nuova “offensiva su larga scala” per conquistare il Donbass: a sostenerlo è Pascal Ianni, portavoce militare francese, secondo il quale entro i “prossimi giorni, forse 10, la Russia potrebbe rilanciare i suoi sforzi con un’offensiva su larga scala nell’Est e nel sud” in modo da conquistare le regioni di Donetsk e Lugansk. Inoltre, non si esclude la possibilità che i russi provino ad arrivare fino al fiume Dnipro se le loro capacità dovessero consentirlo. Crisi Ucraina-Russia, la presa di posizione della Cina sulla Nato: “Ora basta con la diffusione di osservazioni false…”

CRISI UCRAINA, ARRIVA L’AVVERTIMENTO DA PARTE DEL CREMLINO
Nelle scorse ore, intanto – come riportato da “Open.online.it” – è arrivato un avvertimento forte e chiaro da parte del Cremlino nei confronti dell’Ucraina affinché Kiev interrompa gli attacchi alle strutture in Russia. Al momento non si hanno notizie di attacchi recenti dell’esercito ucraino nel territorio russo: l’ultimo noto, infatti, risale allo scorso 1° aprile quando due elicotteri ucraini si erano resi protagonisti di un raid su un deposito di carburante a Belgorod, al confine tra Russia e Ucraina.

CRISI UCRAINA, IL CREMLINO TUONA: “PRONTI A COLPIRE CENTRI DECISIONALI A KIEV IN CASO DI NUOVI ATTACCHI IN RUSSIA…”
Nelle scorse ore, dunque, è arrivato un monito piuttosto chiaro da parte del Cremlino e l’avvertimento giunge direttamente dal Ministero della Difesa di Mosca, il quale – come riportato da “Open.online” – ha minacciato di colpire i centri di comando ucraini, anche quelli situati nella Capitale, nel caso in cui l’esercito ucraino dovesse insistere nel colpire le strutture in Russia. Citato dall’agenzia “Interfax”, infatti, Igor Konashenkov, portavoce del Ministero della Difesa russa, ha chiarito che continuano a vedersi tentativi di sabotaggio e attacchi delle forze ucraine su obiettivi situati sul territorio della Federazione russa. Se tutto questo dovesse continuare, allora “l’esercito russo colpirà i centri decisionali, anche a Kiev, che finora ha risparmiato”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.