TRAGEDIA IN VOLO, IL DRAMMATICO EVENTO DOPO IL DECOLLO

In questo periodo ormai si stanno susseguendo le notizie di tragedie che stanno sconvolgendo l’opinione pubblica, non solo italiana, ma anche estera. Spesso si tratta di episodi, ad esempio decessi, che accadono improvvisamente, in momenti in cui tutto sembra scorrere normalmente. Colpiscono soprattutto le notizie che parlano di gente che improvvisamente si sente male e si accascia a terra.

Spesso questi fatti avvengono in presenza di tante persone, che incredule tavolta si trovano davanti a tragedie a cui non avrebbero mai pensato di assistere. Uno di questi episodi si è verificato in questi giorni su un aereo decollato dall’aeroporto di Verona e diretto a Tirana, capitale dell’Albania. Tutto sembrava appunto procedere come di routine, quando il viaggio è stato scosso da un gravissimo fatto di cronaca ripreso da molti notiziari nazionali.

DRAMMA IN VOLO
Alcuni minuti dopo la partenza del volo Wizzair, Verona-Tirana, uno dei passeggeri a bordo ha improvvisamente accusato un mancamento, dovuto ad un malore. Immediatamente il personale di bordo si è prodigato per soccorrere l’uomo, le cui condizioni apparivano piuttosto serie. A questo punto l’aereo ha invertito la rotta.

Il comandante ha chiesto alla torre di controllo di Verona di poter fare ritorno in pista, per cui dopo pochissimi minuti il velivolo è atterrato nuovamente all’aeroporto da cui era partito solo pochi istanti prima. Qui è stato fatto parcheggiare in una zona specifica, dove ad attendere il paziente c’era un elisoccorso del Suem 118.

Subito dopo essere atterrato, il paziente è stato sottoposto a tutte le manovre di rianimazione previste dal protocollo sanitario. A questo punto è stato portato in ospedale per gli accertamenti del caso. Il cuore del paziente ha quindi ripreso a battere dopo le manovre di rianimazione e a quanto pare non soffre di patologie cardiache pregresse. Il volo è poi proseguito dopo le manovre di soccorso al malcapitato, l’uomo sarebbe stato colpito da un infarto.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.