Parrucchieri, la notizia ufficiale che cambia tutto: ecco cosa hanno deciso

Loading...

Nelle ultime ore è arrivata una notizia ufficiale sulla professione dei parrucchieri. Questi sembrerebbero aver preso una decisione storica per far fronte all’emergenza Coronavirus. Una sorta di iniziativa per contrastare la crisi e soprattutto per restare aperti dopo il nuovo boom di contagi. In questo articolo vi sveliamo tutte le novità. (Continua dopo la foto…)

https://network.loma-cms.com/comedy2/?trk=dsk_tvzap

Parrucchieri, arriva la svolta

I parrucchieri sono senza ombra di dubbio la categoria più danneggiata dalla pandemia di Covid-19. Professionisti e artigiani hanno dovuto chiudere la proprio bottega, o meglio il loro salone, per mesi interi. La crisi ha acuito la forbice tra questa e le altre professioni. Adesso, però, sembrerebbe essere arrivata la svolta per questa categoria di lavoratori.

La notizia è dell’ultima ora: i parrucchieri e i barbieri potrebbe prendere una decisione storica per contrastare l’emergenza Coronavirus. Con il nuovo boom di contagi, infatti, i saloni rischiano di chiudere nuovamente. Nelle prossime settimane, però, potrebbe arrivare la svolta definitiva. (Continua dopo la foto…)

Loading...
chiusura parrucchieri

Cosa hanno deciso

Il titolare di un centro benessere di Palermo, Nunzio Reina, ha dedicato una cabina del suo salone per le vaccinazioni. I clienti così facevano coincidere l’appuntamento con il parrucchiere con la vaccinazione anti Covid. Fra i vaccinati anche un no vax e due persone, un uomo e una donna, che erano andati al Centro solo per il loro trattamento e poi si sono convinti a fare il vaccino. A Palermo, sarebbero già 10 i parrucchieri che hanno chiesto di poter vaccinare nel loro salone. L’iniziativa potrebbe estendersi a tutta l’Italia.

Intervistato dall’AdnKronos, Reina ha dichiarato: “È andata benissimo. Il commissario per l’emergenza Covid a Palermo e il suo gruppo hanno dato un ottimo servizio e dalle 9 a mezzogiorno abbiamo vaccinato tutti quelli che ne hanno fatto richiesta. Questa esperienza è stata un punto di partenza. Abbiamo ricevuto tantissime richieste e ci ripromettiamo di riorganizzare, se possibile, già da giovedì prossimo. È stato un momento meraviglioso: non è un ospedale, non è un hub, ma un ambiente familiare dove possiamo offrire un servizio importante. Sarebbe bello se quello che abbiamo fatto qui oggi fosse replicato da tutti i miei colleghi d’Italia: con 10 prenotazioni per ogni parrucchiere potremmo fare tantissimo“.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.