Dall’Europa s’alza un grido: «Aridatece Draghi». Meloni: «Lagarde inadeguata, vada via» (video)

Loading...

Lo scombinato disposto tra coronavirus e Christiane Lagarde sta distruggendo l’economia europea. Le timide decisioni e le confuse parole del nuovo presidente della Bce hanno diffuso il panico sui mercati. Le Borse europee sono andate in profondo rosso. Con la caduta di Milano apocalittica. Piazza Affari ha infatti conosciuto la peggiore giornata della sua storia. Quasi il 17% di perdite è roba da coma economico. Il fatto è che la Lagarde teme le cancellerie nordeuropee. A partire da quella tedesca, che non ama notoriamente gli interventi massicci della Bce. A differenza del suo predecessore Mario Draghi. Che ha salvato l’economia europea brandendo il “bazooka” davanti alla Merkel e agli “gnomi” tedeschi. Dall’Europa s’alza quindi una grido: «Aridatece Mario». E il suo bazooka.

Loading...

Interpreta energicamente l’indignazione europea Giorgia Meloni. Che ha diffuso su Facebook un durissimo video all’indirizzo della Lagarde. Eccone il testo.  «Oggi la Borsa italiana ha vissuto il giorno più brutto chiudendo con un -17% e un assalto speculativo contro i titoli di Stato senza precedenti. Lo scenario finanziario funesto è stato scatenato dalle parole inopportune della governatrice della Bce Lagarde che nel giorno più importante ha dichiarato che la Banca centrale europea non esiste per “chiudere gli spread”, scatenando il panico nelle borse europee. E’ letteralmente inaudito che in un momento tragico come quello che s…ta passando tutta l’Europa sia la numero uno della BCE a soffiare sul fuoco. Nel 2012 l’italiano Mario Draghi aveva usato il ‘bazooka’ per evitare il panico, oggi il suo successore francese Lagarde ha invece avuto l’idea geniale di usare come arma il ‘boomerang’, che infatti è tornato indietro e ha colpito tutti. Il Governo italiano alzi subito la voce e pretenda la rimozione della Lagarde, persona che ha mostrato tutta la sua inadeguatezza in uno scenario dove non sono ammessi errori».

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.