M5s, Luigi Di Maio spappolato: la raccolta firme dei parlamentari per dimezzarlo

Togliere a Luigi Di Maio i pieni poteri nel Movimento 5 Stelle. È la clamorosa mossa dei parlamentari grillini che hanno organizzato una raccolta firme per cambiare gli statuti dei gruppi di Camera e Senato. È l’anticipazione tellurica del Fatto quotidiano sulla riunione di questa sera che “si annuncia molto agitata”.

Sulla testa del capo politico e vicepremier (nonché ministro del Lavoro) pendono le spade di Damocle del caso Lanzalone e caos romano e gestione delle nomine di sottosegretari e ministri, una resa dei conti che potrebbe finire nel peggiore dei modi anche per l’altro grande imputato, il suo braccio destro e oggi ministro della Giustizia Alfonso Bonafede. Molti parlamentari chiedono a Di Maio una gestione più collegiale e un nuovo direttorio che faccia da cerniera tra governo e parlamentari, “un coordinamento di almeno 10 persone”. Di Maio però non sarebbe affatto convinto.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.