Luigi trovato morto nella culla dalla mamma. Aveva solo 10 giorni di vita: ucciso dalla…

Aveva solo 10 giorni il piccolo Luigi. La sua vita è stata spezzata da chi avrebbe dovuto vigilare su di lui, proteggerlo: la baby sitter a cui i genitori lo avevano affidato. Lei, 32 anni, era una persona affidabile, amica di lunga data del papà del bambino.

La sera, quando nella casetta dove viveva il bimbo e i suoi genitori, arrivano i soccorsi il piccolo già non respirava più.  

I medici subito si sono accorti di un grave trauma cranico e di lesione sulla parte superiore del petto. Luigi era stato ricoverato d’urgenza, ma dopo quattro giorni di agonia, il suo cuoricino aveva smesso di battere.

Cosa è successo e cosa sia scattato nella testa della donna ancora non è chiaro. Quando la mamma è tornata a casa dopo alcune commissioni ha trovato la baby sitter in cortile in preda al panico che urlava che il bambino non respirava più. La donna è stata arrestata.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.