Dramma in casa, bimbo di 6 anni beve candeggina, poi il gesto choc della mamma. Morto il piccolo

Tragedia a Bari, dove un bambino di appena 6 anni è morto dopo aver ingerito accidentalmente della candeggina. L’episodio si era verificato lo scorso mese di luglio in un’altra provincia pugliese, infatti il piccolo aveva bevuto quella terribile sostanza a Francavilla Fontana (Brindisi). Essendo apparso subito molto grave, era stato trasportato d’urgenza nel nosocomio pediatrico barese Giovanni XXIII, ma ora è deceduto dopo aver lottato invano. Un’agonia durata un paio di mesi, terminata nel peggiore dei modi.

Ma questa vicenda non ha sconvolto Bari e Francavilla Fontana soltanto per il bimbo, morto ora a causa della candeggina. Infatti, subito dopo il fattaccio, la madre per disperazione aveva deciso di lanciarsi nel vuoto dal terzo piano della sua casa col tentativo di togliersi la vita. Lei è comunque riuscita a sopravvivere, nonostante abbia avuto dei traumi decisamente molto seri. Ora, c’è anche una novità dalla procura di Bari, che vuole vederci chiaro per provare a chiarire i lati ancora opachi della vicenda.

Leggi anche: Felice sulla bici, poi il sorriso si spegne: ucciso a 11 anni. La scoperta sull’auto pirata

Bari Bambino Morto Candeggina Inchiesta

Bari, bambino di 6 anni morto dopo aver bevuto la candeggina

Nonostante i medici dell’ospedale di Bari abbiano fatto di tutto per aiutarlo a sopravvivere, il suo cuore ha smesso di battere il 17 settembre. Il bambino di 6 anni è morto, generando un dolore lancinante nella sua famiglia. Fatale la candeggina, scambiata per l’acqua dalla piccola vittima. Ora, però, sono state avviate delle indagini, dopo che i parenti del bimbo hanno presentato un esposto in Questura. Indagini in corso anche da parte della procura di Brindisi, visto che è venuto fuori un aspetto della storia inquietante.

Barii Bambino Morto Candeggina Inchiesta

Secondo quanto riportato dal sito Leggo, si è saputo che la madre del bambino di 6 anni è stata interrogata qualche giorno fa dalla procura. Quella brindisina ha deciso di sequestrare il corpo della vittima ed è stato anche ricordato che è in corso un’inchiesta per istigazione al suicidio e stalking. Sotto sequestro anche i due cellulari del papà del bimbo e uno appartenente alla donna. Nei prossimi giorni ci saranno sicuramente aggiornamenti su questa tremenda storia, che ha scioccato tutta l’Italia.

A proposito di tragedie con bambini purtroppo protagonisti, il mese scorso ne è morto uno a Milano dopo essere stato travolto mentre si trovava sulla sua bicicletta la notte scorsa in via Bartolini, in zona Certosa. Il piccolo, di undici anni e originario dell’Egitto, non ha avuto scampo ed è morto sul colpo. Inutili i tentativi dei soccorritori accorsi sul posto dopo la chiamata d’emergenza al 118.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.