Pierluigi Pardo, l’annuncio improvviso gela i fan del conduttore: “Addio..”

Pierluigi Pardo è un noto telecronista calcistico e conduttore, un vero e proprio punto di riferimento dell’informazione sportiva in Italia. I suoi esordi risalgono ai primi anni 2000′, quando si fa conoscere come telecronistra di Stream e di Sky, dove segue le partite della Serie A e della Premier League. Successivamente passa a Mediaset premium dove, oltre alle telecronache, conduce trasmissioni di successo come Tiki Taka.

Dal 2021 il noto telecronista è stato poi ingaggiato da Dazn, sempre nelle vesti di telecronista delle partite di cartello e come conduttore della trasmissione ‘Supertele – Leggero come un pallone’. In queste ultime ore un’altra svolta inattesa segna profondamente la sua carriera, i suoi fan sono già entusiasti: ecco cosa è successo.

L’annuncio improvviso
Pierluigi Pardo sta per approdare ufficialmente sulla rete pubblica, precisamente su Rai 2. A confermare la clamorosa indiscrezione Simona Sala, direttore dell’intrattenimento DayTime Rai, che durante la presentazione dei nuovi palinsesti ha chiarito gli obiettivi ambiziosi prefissati per il canale: “Rai 2 è la rete che cambia di più. Vogliamo un vero e proprio risorgimento perché ha bisogno che si risvegli per poter superare la soglia del 3,5% di share quotidiano“.

A quanto pare, il noto telecronista si occuperà della conduzione di un nuovo quiz su Rai 2, ‘Ti sembra normale‘. Un format innovativo in cui i concorrenti faranno uso di sondaggi ed interviste da utilizzare nelle varie prove. C’è grande attesa di vedere Pardo in queste vesti inedite, ma i suoi fan sono sicuri che non tradirà le grandi aspettative riposte in lui dalla rete pubblica.

Il noto giornalista ha dimostrato in tutti questi anni una certa versalità e grandi capacità di intrattenere il pubblico, grazie anche al suo innato spirito istrionico e alla sua proverbiale simpatia. Il quiz dovrebbe andare in onda il sabato pomeriggio a partire dal prossimo 17 settembre, savlo cambi di programma improvvisi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.