Papa Francesco, “Fate presto! Soccorretelo”. Malore improvviso durante l’udienza

Una delle personalità che in questo momento sta facendo molto parlare di sè è sicuramente Papa Francesco. Il Pontefice interviene quasi ogni giorno circa la situazione che si è venuta a creare in Ucraina e la stessa Chiesa Cattolica sta facendo di tutto per poter cercare una soluzione diplomatica. A nulla sono serviti gli inviti del Papa a far si che questo orrore termini. Tra l’altro il Pontefice è alle prese anche con alcuni problemi di salute.

Nonostante questo continua a seguire l’evolvere degli eventi nel mondo. Basti pensare che ha consacrato al Cuore Immacolato di Maria sia la Russia che l’Ucraina. Nonostante tutto quindi il Santo Padre continua a portare avanti anche i suoi eventi settimanali, come le udienza del mercoledì, a cui partecipano migliaia di fedeli. Negli scorsi giorni durante una delle udienze è successo l’impensabile, vediamo che cosa è successo.

Malore improvviso

Secondo quanto riferisce la stampa nazionale, negli scorsi giorni si sono vissuti momenti di grande panico tra le persone presenti all’udienza del mercoledì. Proprop in quel frangente infatti una guardia svizzera si è sentita male, perdendo i sensi e cadendo improvvisamente a terra. Il malcapitato è stato prontamente soccorso.

Tutto è avvenuto davanti agli occhi impietriti del Santo Padre, che si è prodigato in prima persona facendo sì che i soccorsi arrivassero tempestivamente. Da quanto è dato sapere la guardia svizzera avrebbe avuto un malore, che però alla fine non si è rivelato tanto grave visto che poi la guardia ha ripreso i sensi.

Per i dovuti accertamenti comunque il malcapitato è stato trasportato in ospedale, questo in modo da tenerlo sotto controllo ed eseguire accertamenti di rito. La situazione è rientrata nel giro di pochi minuti e Papa Francesco ha potuto continuare l’udienza nell’Aula Paolo VI. Un caloroso applauso si è levato nella sala dinanzi allo scampato pericolo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.