Mugnano Del Cardinale, bimba di quattro anni muore in casa: si indaga

Una storia davvero molto triste arriva da Mugnano del Cardinale è un comune italiano di 5128 abitanti della provincia di Avellino in Campania. Una bambina di quattro anni è morta in casa in circostanze sospette: gli inquirenti stanno indagando per cercare di capire cosa sia successo alla piccola nelle ore precedenti al decesso. Da un primo quadro emerso subito dopo le indagini, la bambina sembrava vivere in condizioni pessime, malnutrita ed era probabilmente affetta da gravi patologie. La zia paterna ora cerca la verità. 

Mugnano Del Cardinale, bimba di quattro anni muore in casa: si indaga

La tragedia di Maria, piccola di 4 anni morta in casa in circostanze ancora da chiarire, si è consumata il 6 luglio 2022. Il sequestro della salma è stato indispensabile per poter indagare e chiarire le cause del decesso. Il corpo ora si trova nell’ospedale Moscati di Avellino per tutti gli accertamenti del caso. Gli inquirenti hanno deciso di approfondire le indagini dopo essersi accorti delle strane condizioni disagianti in cui vivevano. La situazione critica in cui la bambina e la sua famiglia vivevano, come riportato da Più Donna, è stata confermata dal sindaco di Saviano, Vincenzo Simonelli. La famiglia però, poco prima della tragedia, si era trasferita a Mugnano del Cardinale. Stando a quanto affermato dal sindaco, la bambina non avrebbe mai subito maltrattamenti fisici. Quel che è certo, e che la loro situazione economica era molto problematica

La zia paterna cerca la verità

La piccola Maria è morta in seguito a un arresto cardiocircolatorio. Questo è quanto hanno accertato i medici del 118 che mercoledì scorso sono arrivati nell’abitazione di Mugnano del Cardinale, in seguito a una telefonata. Maria aveva solo 4 anni e sulle cause del suo decesso ci sono ancora tanti dubbi, n0nostate fin dalla nascita la piccola soffrisse di una malattia neurodegenerativa. Dubbi fondati, visto che il contesto familiare in cui viveva era abbastanza precario. Negli anni scorsi, sono già interventi i servizi sociali e i bambini, Maria e suo fratello Giovanni, per diversi periodi sono stati anche allontanati dal contesto familiare. Poi i servizi sociali hanno ritenuto di riaffidarli alla madre che aveva comunque seguito un percorso.

La zia paterna, sorella del padre naturale della piccola che non ha avuto mai modo di accudirla, si è sempre interessata di Maria e del suo fratellino Giovanni, suoi nipoti naturali. La stessa zia ha denunciato lo stato di abbandono in cui vivevano i nipoti.  La donna e il padre naturale hanno potuto vedere la piccola solo quando è morta. Raggiunta dai microfoni di Ottochannel ha dichiarato: “Su un lettino, lasciata così come uno straccio, un dolore troppo forte vederla così. Ora voglio la verità e giustizia“. A far luce sulla morte ci sono due Procure, quella di Nola dove era già aperto un fascicolo per maltrattamenti e quella di Avellino che indaga per morte causata da altro reato.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.