STOP ALLA VENDITA DI SIGARETTE: LA DECISIONE CHE FA DISCUTERE

Tutti noi siamo abituati a vedere nel corso della giornata, quando usciamo ma anche nelle nostre case, qualcuno che fuma una sigaretta. Si tratta di un gesto all’apparenza innocuo, che comunque fa parte della nostra quotidianità, ma che a lungo andare può danneggiare gravemente la nostra salute. Già nel nostro Paese sui pacchetti di sigarette, i produttori hanno l’obbligo di informare i consumatori sui rischi che corrono con il fumo. il pericolo sta anche per chi circonda i fumatori.

Per questo si sta pensando di introdurre il divieto di fumo nei luoghi pubblici all’aperto in tutta Italia, soprattutto se ci sono persone nel raggio di 10 metri. Il fumo passivo è anche un grosso rischio per la salute. Le sigarette sono fatte a base di nicotina, una sostanza che può danneggiare il sistema respiratorio e diventare tossica (nonchè causare dipendenza) se assunta in grandi quantità. Per questo un Paese europeo sta per prendere una decisione drastica.

LA DECISIONE DELLA DANIMARCA
Il Governo della Danimarca si sta preparando a varare una proposta di legge che impedisce alle persone nate dal 2010 in poi di acquistare un pacchetto di sigarette. Si tratta di una decisione che, secondo quanto fanno sapere da Copenaghen, servirà a combattere questo terribile vizio tra i giovani.

“La nostra speranza è che tutte le persone nate nel 2010 e successive non inizino mai a fumare o a usare prodotti a base di nicotina” – così ha spiegato in una nota l’Esecutivo della Danimarca. Al momento questa è solo una proposta di legge, che però sarà discussa da tutte le forze dell’Esecutivo, e potrebbe diventare legge a brevissimo.

Ma non è solo il fumo a finire nel mirino del Governo danese, anche l’alcol. Si sta pensando di aumentare l’età legale per acquistare bevande alcoliche in tutto il Paese, visto che questo è anche un problema che sta attanagliando la Danimarca così come altri Paesi del mondo. Una decisione davvero drastica e che sarebbe, al momento, unica nel “Vecchio Continente”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.