MARIAGRAZIA IMPERATRICE STA ANCORA POCO BENE: “PRENDO 15 PILLOLE AL GIORNO”

Sta vivendo un momento molto particolare della sua vita l’influencer Marigrazia Imperatrice, che nelle scorse settimane ha cominciato a stare poco bene. La donna, che vive e lavora a Londra, ha cominciato a sentirsi male una notte, per cui ha chiamato il servizio sanitario britannico, l’NHS. I medici l’hanno tasportata in ospedale in ambulanza e hanno sottoposto la Imperatrice a diversi esami, che hanno evidenziato purtroppo qualcosa di non piacevole.

A dare notizia di quanto accaduto era stata proprio la stessa “nonna Margherita”, star dei social con cui Mariagrazia collabora, la quale aveva avvisato i fan che la nipote si trovasse in ospedale e che stesse davvero poco bene. Le sue condizioni erano abbastanza serie. “Ho appena saputo che Mariagrazia è passata dalla Cardiologia alla terapia intensiva per una crisi avuta durante la notte. Vi chiedo tanto amore e se potete una preghiera alla Madonna delle Grazie” – così aveva scritto “nonna Margherita”.

COME STA MARIAGRAZIA
In queste ore è arrivato un post social di Mariagrazia Imperatrice, che lei ha voluto scrivere per informare i followers circa le sue condizioni di salute, che ancora non sono del tutto rosee. Lei ha spiegato che adesso prende 15 pillole al giorno: le è stato diagnostico imfatti un problema al cuore.

La donna dovrà anche essere operata, e questo fa capire quanto sia delicata la questione. Per il momento non potrà neanche prendere un aereo per poter tornare nella sua Napoli. Mariagrazia è stata ricoverata al Saint Thomas Hospital della capitale britannica, lo stesso dove la Imperatrice fu ricoverata quando perse il suo bambino.

“Pensavo di non tornare più a sorridere.Mi hanno fatto tutti i controlli e mi hanno detto che ho questo problema serio al cuore e là ho iniziato a fare mille domande perché sono giovane” – così ha spiegato l’influencer in un lungo video postato appunto sulla sua pagina Facebook. La donna ha poi ringraziato tutti per il supporto che le è stato dato in questo difficile periodo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.