Muore a 25 anni sulla strada, Alessandro travolto da un’auto dei carabinieri

Grave incidente stradale nella serata di ieri a Catania: un ragazzo di 25 anni, Alessandro Mineo, è morto mentre era in sella al suo scooter. L’incidente si è verificato poco dopo le 23 all’incrocio tra viale Mario Rapisardi e via Giovanni Lavaggi. Ancora da chiarire la dinamica ma second Secondo una prima ricostruzione fatta dalla polizia locale che ha eseguito i rilievi e indaga sull’accaduto, un primo scontro sarebbe avvenuto tra la Smart e la ‘gazzella’ del nucleo radiomobile dei carabinieri che, con lampeggiante e sirena attivi, stavano intervenendo in zona dopo la segnalazione al 112 di un’aggressione.

Dopo l’impatto, l’auto dei militari avrebbe finito la sua corsa cappottandosi sulle auto parcheggiate e sullo scooter, che sembra fosse fermo al semaforo rosso. Purtroppo per Alessandro Mineo, travolto dal mezzo, non c’è stato nulla fare. Due i feriti: una 20enne passeggera dello scooter, che è ricoverata all’ospedale San Marco e non sarebbe in pericolo di vita e una 24enne, che si trovava alla guida della Smart, è stata condotta al pronto soccorso dell’ospedale Cannizzaro.

incidente stradale catania


Sul posto, oltre ai vigili del fuoco e ai sanitari del 118, per coordinare le indagini della polizia locale è intervenuto il sostituto procuratore di turno. Quello di Alessandro Mineo è l’ultimo incidente. In poche ore in provincia di Catania sono morte due persone a causa di incidenti stradali. Sabato sera nei pressi di Riposto è deceduto il panettiere Giovanni Laguzza, 42 anni, il quale ha perso il controllo della sua auto che si è poi schiantata contro un muro.00:00/00:00

incidente stradale mortale catania


Simile la dinamica dell’incidente nel quale domenica all’alba a Palermo ha perso la vita la diciottenne Carlotta Rosano. Il sinistro era avvenuto nei pressi dello stadio delle Palme. A causa del fortissimo impatto con il muro l’automobile si è praticamente accartocciata su sé stessa. Soprattutto nella parte anteriore la macchina era irriconoscibile, un insieme di lamiere contorte.

ambulanza e vigili del fuoco soccorso


Per poter recuperare i quattro all’interno dell’abitacolo era stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Poi la corsa in ospedale, che però è risultata inutile per la povera Carlotta.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.