L’auto sbanda, poi il frontale e il volo nel dirupo: Lucio, Simone e Luciano muoiono a 20 anni

Tre giovani sono morti in un incidente stradale avvenuto nella tarda serata di venerdì 21 gennaio sulla provinciale Pisticci-San Basilio, in provincia di Matera, in Basilicata. Per cause in fase di accertamento, l’automobile, una Mini Cooper, su cui erano a bordo, è finita in una scarpata.

Secondo quanto riportano i quotidiani locali, due dei giovani sono morti all’istante mentre il terzo è deceduto poco dopo in ospedale. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118, Vigili del Fuoco e Carabinieri. Le vittime sono Lucio Lopatriello, di 21 anni, Simone Andriulli, anche lui 21enne, e Luciano Carone 20enne, tutti e tre studenti originari di Pisticci, in provincia di Matera.

incidente morti pisticci matera

Come ricostruito dai quotidiani locali e dalle prime indagini dei carabinieri, la vettura su cui viaggiavano i tre ragazzi, una Mini Cooper, nella tarda serata di ieri è finita in una scarpata. Il giovane alla guida avrebbe perso il controllo dell’auto finendo nella corsia opposta e scontrandosi con un’altra vettura. L’impatto è stato violentissimo e dopo lo scontro, l’auto condotta dal giovane con a bordo i suoi amici ha finito la sua corsa giù in un dirupo.00:00/00:00

incidente morti pisticci matera

Feriti in maniera lieve i ragazzi – di età compresa tra i 20 e i 30 anni – che si trovavano a bordo dell’altra automobile. Due giovani sono deceduti subito, il terzo è stato portato d’urgenza in ospedale, ma non ce l’ha fatta. Il dolore del sindaco di Pisticci Domenico Albano: “I ragazzi deceduti nell’incidente di ieri sera li conosciamo tutti in paese, giovani che io personalmente vedevo quotidianamente, il dolore che si prova è tanto in questi casi”.

incidente morti pisticci matera

Il primo cittadino ha annunciato il lutto cittadino nel giorno dei funerali dei ragazzi. Una vera tragedia che colpisce tutti noi. Ci stringiamo intorno al dolore delle famiglie”, è il tweet del presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.