Dayane Mello: “E’ in condizioni disperate”. Il drammatico ritrovamento

Nego Do Borel, l’uomo accusato di aver molestato Dayane Mello durante il reality “La Fazenda” in Brasile è scomparso per ore e alcuni hanno temuto per la sua vita. È stato ritrovato vivo in un motel, ma era in condizioni disperate. Si trovava sotto l’effetto di sonniferi. Era stata la madre del rapper brasiliano a denunciare la sua scomparsa. 

Dayane Mello, la scomparsa di Nego Do Borel

Da quando è stato squalificato dal gioco sull’onda emotiva scatenata dalle presunte molestie in diretta tv, Nego Do Borel si è mostrato disperato e incline al suicidio. Per questo la madre, Roseli Viana, aveva fatto aprire un’indagine sulla sua scomparsa. È andata alla polizia sostenendo che si trovava in uno stato depressivo.

Dayane Mello, il ritrovamento di Nego Do Borel

Nego è stato ritrovato in una stanza di un motel a Nord di Rio De Janero. Dormiva, ma aveva assunto dei sonniferi per questo non aveva dato segnali di vita alla famiglia.  Lo scopo era quello di evitare i riflettori e di sfuggire allo scandalo finito al centro dell’ultima puntata de Le Iene. L’ex concorrente continua a negare tutte le accuse, così come tutti i suoi familiari. 

Dayane Mello, il servizio a Le Iene

«Quello che è successo a Dayane Mello a La Fazenda è folle. Se noi possiamo tirarla fuori da lì? Non è possibile: nel contratto c’è una penale che dovrebbe pagare se esce dal programma. Ed è molto costosa. È come se fosse in prigione.

Dayane non ha visto nessun video, non ha una percezione reale di quanto accaduto, noi però abbiamo il dovere di raccontarle cosa abbiamo visto, perché lei non ricorda. Una donna prova paura a parlare di quanto ha passato, possono volerci anni prima che comprenda ed elaborare quello che è accaduto», ha dichiarato il legale di Dayane a Le Iene.

Cosa ne pensate della drammatica vicenda che sta scuotendo l’opione pubblica sia brasiliana che italiana? Lasciateci il vostro commento sui social…

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.