Gianni Morandi ricorda la morte prematura della figlia Serena

Loading...

Gianni Morandi è uno dei cantanti più amati del panorama musicale italiano. Una vera icona amato tantissimo dal pubblico. Anche lui nel corso della sua vita ha dovuto affrontare momenti buio e difficili. Come ad esempio la morte prematura della figlia Serena, sua prima figlia avuta dalla relazione con Laura Efrikian.

Non è infatti Marianna la primogenita del cantante, come lui stesso ha svelato nel corso di una recente intervista rilasciata al Corriere della Sera. Il cantante ha ricordato infatti quali siano stati i momenti più felici e la risposta non poteva che essere “la nascita dei figli”.

Loading...
Gianni Morandi moglie

Poi ha ricordato: “La gioia di quando è venuta al mondo Marianna, la mia prima figlia. In realtà è la mia seconda: c’era stata Serena, ma ha vissuto solo otto ore. Mio padre temeva che il cognome finisse con me, poi però ho avuto Marco, che a sua volta ha tre maschi e dopo è arrivato Pietro…”.

Una perdita, quella della piccola Serena, che provoca ancora dolore al cantante. La piccola nacque prematura e a quanto pare poche ore dopo il parto venne a mancare a causa di una crisi respiratoria. Nei giorni in cui la piccola nasceva, Gianni Morandi era in finale con il compianto Claudio Villa nell’ambito del programma Scala Reale. La storia della morte prematura della sua prima figlia è poco conosciuta, ma il cantante ha avuto modo in diverse occasioni di parlarne.

Gianni Morandi figli

Oggi il sogno di Morandi è comunque realizzato avendo tre figli, nati da due matrimoni diversi e oggi tutti impegnati nel mondo dello spettacolo. Marianna e Marco sono nati dalla relazione con Laura Efrikian. Mentre Pietro è il figlio che Morandi ha avuto dalla sua attuale moglie Anna Dan. Marianna lavora nel mondo dello spettacolo come attrice. Anche Marco lavora soprattutto come attore in teatro. Pietro invece, il più piccolo, pare abbia intrapreso la strada della musica.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.