Dodi Battaglia e la moglie Paola, le ultime parole prima di morire

Loading...

Dopo la morte di Stefano D’Orazio, la grande famiglia dei Pooh piange ancora. Dodi Battaglia, lo storico chitarrista del gruppo, ha dovuto dire addio all’amata moglie, Paola Toeschi, scomparsa il 6 settembre. Anche in questa occasione, il gruppo ma anche i numerosi fan si sono stretti attorno a Dodi e a tutta la band, manifestando comprensibile dispiacere e vicinanza.

C’è stata tanta commozione durante il funerale, celebrato mercoledì 8 settembre nella Collegiata di San Bartolomeo a Borgomanero, in provincia di Novara. E proprio in quella triste occasione Dodi Battaglia ha parlato ai presenti. Ha parlato di lei e di loro, che nel 2005 hanno vuto la figlia Sofia per poi sposarsi nel 2011.

Loading...

“Bella persona, per bene, una grande immensa anima”, così Dodi Battaglia ha descritto la moglie Paola Toeschi ai commossi presenti. Le parole di Dodi sono quelle che ogni moglie vorrebbe sentirsi dire dal proprio marito: “Ho conosciuto tante persone nella mia vita, ma Paola era straordinaria. E bellissima.

Tanto è vero che le ho chiesto di diventare mia moglie”. Dodi Battaglia ha poi aggiunto che “abbiamo vissuto insieme un sogno fantastico per altri cinque anni, nella nostra casa di campagna. E poi la malattia, quella maledetta malattia contro cui ha lottato per dieci anni con forza e positività”.

Ma forse il momento più triste nella chiesa è calato quando Battaglia ha parlato degli ultimi giorni trascorsi con lei, prima che chiudesse gli occhi per sempre. “Ho passato gli ultimi giorni della sua vita abbracciato a lei, baciandola e parlandole dolcemente.

Le ho chiesto perdono, se a volte ho commesso degli errori. Mi ha perdonato e mi ha stretto a lei in un abbraccio dicendomi ‘ti voglio bene’. Sarai per sempre nel nostro cuore”. Questo è stato il racconto, chiaramente straziante di Dodi Battaglia. Un gesto che non ha potuto che confermare il suo valore umano agli occhi di colleghi e fan.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.