Morte Viviana Parisi e Gioele Mondello: gli sms del marito e i sandali del bambino puliti

Loading...

La Procura ha chiesto l’archiviazione del caso di Viviana Parisi e Gioele Mondello. Non si è trattato di duplice omicidio, come sostenuto dalla famiglia e dai consulenti, ma bensì di omicidio-suicidio.

Chiesta archiviazione caso Viviana Parisi e Gioele Mondello

L’avvocato della famiglia Parisi, Pietro Venuti, ha fatto sapere durante un’intervista con Adnkronos, di aver ricevuto la richiesta di archiviazione e che l’intenzione è quella di chiedere l’accesso al fascicolo e riesaminare il tutto, prima di procedere con un’opposizione.

Ma perché la Procura è certa che Viviana Parisi abbia ucciso il suo bambino e si sia poi tolta la vita? Mamma e figlio si sono rifugiati nel bosco dopo un incidente in galleria ed hanno trovato la morte. Secondo l’approfondita ricostruzione degli inquirenti, la morte della dj sarebbe compatibile con la caduta dal traliccio, mentre è impossibile stabilire la causa certa della morte di Gioele dai suoi resti.

Loading...
Chiesta archiviazione caso Viviana Parisi e Gioele Mondello

Vincita milionaria a Feltre per una donna che ha comprato un Gratta e Vinci di 20 euroCon un Gratta e Vinci da soli 20 euro una donna ne ha vinti 5 milioniVincita milionaria a Feltre per una donna che ha comprato un Gratta e Vinci di 20 euro

Sono due però le ipotesi: Gioele potrebbe essere morto per cause accidentali, come un arresto cardiaco o una caduta oppure sua madre potrebbe averlo strangolato prima di suicidarsi. Sotto le unghie di Viviana è stato infatti trovato il profilo genetico del suo bambino.

Sono emersi anche nuovi indizi nelle ultime ore. I sandaletti indossati da Gioele erano integri e puliti, così come i suoi vestiti non presentavano tracce di sangue. I medici legali hanno escluso che il bambino possa essere morto a causa dell’attacco di animali selvatici. Quest’ultimi avrebbero consumato il suo corpicino soltanto in seguito alla morte.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.