Truffa Green Pass, l’allarme della polizia postale

Loading...

Con l’arrivo del Green Pass iniziano anche i numerosi tentativi di truffa da parte dei malintenzionati sul web. Negli ultimi giorni la Polizia Postale ha infatti lanciato l’allarme in relazione a un falso messaggio di WhatsApp che inviterebbe a scaricare il Green Pass chiedendo di inserire i dati bancari personali del malcapitato utente.

Loading...

Gli uomini delle forze dell’ordine hanno ovviamente messo in guardia la cittadinanza invitando a verificare sempre la provenienza dei messaggi che ricevono sul proprio telefono.

Truffa Green Pass, l’allarme della polizia postale

Nel comunicato diffuso dalla Polizia Postale si può infatti leggere: “Cliccando sul link l’ignaro utente viene catapultato su una finta pagina istituzionale nelle quale gli viene successivamente “richiesto di inserire i propri dati personali e/o bancari con l’obiettivo di utilizzarli fraudolentemente”.

Nel finto sito istituzionale viene infatti richiesto non soltanto il nome e il cognome dell’utente, ma anche il suo Iban bancario.

La nota ufficiale degli agenti continua poi raccomandando: “Di fare molta attenzione ai link indicati nei messaggi e di aprirli solo dopo avere accertato la veridicità della fonte di provenienza.

Non inserire mai i propri dati personali, soprattutto quelli bancari. Eventuali messaggi sospetti potranno essere segnalati sul portale della Polizia Postale”. Il sito internet corretto è infatti www.dgc.gov.it nel quale quale dovrà essere inserito un codice di accesso insieme al numero della nostra tessera sanitaria per poter ottenere il Green Pass.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.