La figlia, tornando a casa, l’ha trovata ormai senza vita incastrata nel letto contenitore:

Loading...

Si chiamava Roberta Romano ed era una agente di polizia penitenziaria di 56 anni la donna trovata senza vita domenica in casa, forse vittima di un incidente domestico.

La figlia, tornando a casa, l’ha trovata ormai senza vita incastrata nel letto contenitore:
La figlia, tornando a casa, l’ha trovata ormai senza vita incastrata nel letto contenitore:

L’agente, in servizio alla Giudecca di Venezia, sarebbe rimasta incastrata nel suo letto contenitore a Santa Marta, nel capoluogo veneto.

Loading...

A scoprire il suo corpo senza vita è stata la figlia che ha subito chiamato i soccorsi, ma purtroppo per la donna era già tardi. I medici hanno potuto solo constatare il decesso.

La salma della donna verrà sottoposta ad autopsia .

I carabinieri intervenuti sul posto hanno sigillato l’appartamento, mentre la salma su indicazioni della pm Laura Villan verrà sottoposta ad autopsia. Il medico legale dovrà stabilire se si è trattato di un decesso naturale, dovuto a un malore, oppure se la donna è morta per asfissia.

Al momento l’ipotesi principale resterebbe quella di un tragico incidente. Sul corpo della cinquantaseienne non sarebbero stati trovati segni di violenza.

La dinamica ancora in corso di accertamento.

Secondo la ricostruzione de “Il Gazzettino”, la tragedia – la cui dinamica è ancora in corso di accertamento – è stata scoperta verso le 21:30 di domenica sera in Calle dei Sechi a Santa Marta.

Quando la figlia di Roberta Romano è tornata a casa ha trovato la madre dentro al letto contenitore.

La ragazza ha chiamato il 118 che ha fatto scattare l’intervento dei Carabinieri. Roberta Romano, prima agente penitenziario al carcere femminile.

Della Giudecca e poi trasferita a svolgere una mansione amministrativa, viveva da pochi anni in quella casa insieme alla figlia poco più che maggiorenne.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.