Bimbo morto a 18 mesi: avrebbe ingerito metadone e respirato le droghe assunte dai genitori

Loading...

Una svolta nelle indagini, ci sono nuovi elementi per la tragedia. La vicenda è quella del bambino di 18 mesi, morto il 15 settembre scorso in un paese della provincia di Grosseto. Sarebbe deceduto dopo aver ingerito metadone. È quanto sarebbe emerso dagli esami tossicologici effettuati dal medico legale. L’incarico dell’autopsia era stato dal pubblico ministero della Procura maremmana, Anna Pensabene. Con l’accusa di omicidio colposo sono stati indagati i genitori del bimbo.

La svolta: bimbo morto per metadone

I carabinieri hanno notificato ieri l’avviso di garanzia al padre e alla madre- E quanto riferisce Il Tirreno. I militari dell’Arma hanno contestualmente anche perquisito l’abitazione dei genitori alla ricerca di flaconi metadone. Il bimbo  avrebbe perso la vita a causa di «un’intossicazione acuta da metadone», si legge nell’avviso di garanzia. L’avviso è stato notificato insieme al decreto di perquisizione ai genitori, sempre secondo quanto scrive Il Tirreno. Inoltre, il bambino è stato esposto a varie altre sostanze stupefacenti».


Una svolta nelle indagini, ci sono nuovi elementi per la tragedia. La vicenda è quella del bambino di 18 mesi, morto il 15 settembre scorso in un paese della provincia di Grosseto. Sarebbe deceduto dopo aver ingerito metadone. È quanto sarebbe emerso dagli esami tossicologici effettuati dal medico legale. L’incarico dell’autopsia era stato dal pubblico ministero della Procura maremmana, Anna Pensabene. Con l’accusa di omicidio colposo sono stati indagati i genitori del bimbo.

Loading...

La svolta: bimbo morto per metadone

I carabinieri hanno notificato ieri l’avviso di garanzia al padre e alla madre- E quanto riferisce Il Tirreno. I militari dell’Arma hanno contestualmente anche perquisito l’abitazione dei genitori alla ricerca di flaconi metadone. Il bimbo  avrebbe perso la vita a causa di «un’intossicazione acuta da metadone», si legge nell’avviso di garanzia. L’avviso è stato notificato insieme al decreto di perquisizione ai genitori, sempre secondo quanto scrive Il Tirreno. Inoltre, il bambino è stato esposto a varie altre sostanze stupefacenti».Sindacalista Cisl a processo per molestie a 5 hostess. “Segnalato ai vertici, ma non lo hanno fermato”Giulio Tarro: «Finitela di seminare terrore». E parla di varianti Covid, vaccino e mascherine

Ha respirato anche le droghe assunte dai genitori

Il piccolo, secondo il medico legale potrebbe aver respirato in casa le droghe assunte dai genitori. E potrebbe aver trovato accidentalmente una boccetta con il metadone bevendone il contenuto. Questo, senza che i genitori se ne accorgessero.. Di conseguenza avrebbe provocato fatalmente il decesso.

I risultati della perquisizione

Nel corso della perquisizione, disposta dal pm Anna Pensabene – che coordina le indagini dei carabinieri – i militati avrebbero trovato nella casa della coppia alcuni grammi di hashish e qualche bottiglietta vuota di metadone.

Il padre del piccolo diede l’allarme

Lo scorso 15 settembre fu il padre del bambino a dare l’allarme perché il piccolo non si svegliava. I soccorsi dei sanitari del 118 furono inutili. La coppia, difesa dall’avvocato Sabrina Pollini, ha nominato un consulente di parte, il medico legale Giulia Nucci. Che prese parte all’autopsia e che a breve dovrebbe depositare le proprie conclusioni in Procura.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.