Milano, accoltella il fratello alla schiena con un paio di forbici: arrestato per tentato omicidio

Loading...

Intorno all’1.30 della notte tra il 5 e il 6 gennaio si è scagliato contro il fratello con paio di forbici, accoltellandolo alla schiena e riducendolo in fin di vita. È stato arrestato verso le 6 del mattino dai militari della Stazione dei carabinieri di Vimodrone (Milano), grazie a un lavoro congiunto con il Radiomobile e gli uomini della Tenenza di Cologno Monzese (Milano).

Loading...

In manette è finito un cittadino ucraino di 39 anni. Si tratta di un uomo ufficialemente senza fissa dimora, nullafacente, pregiudicato per maltrattamenti in famiglia e lesioni. Il fratello, un 34enne anche lui senza fissa dimora, nullafacente e pregiudicato per furto, è in gravi condizioni dopo che una delle lame gli ha perforato il polmone destro.

L’aggressione, stando a quanto ricostruito dal Comando provinciale di Milano, è avvenuta  in via Armando Diaz a Vimodrone, dopo una lite scoppiata per futili motivi dovuti verosimilmente all’abuso di sostanze alcoliche. Dissidi banali tra fratelli. Il 34enne è stato poi soccorso dal personale del 118. L’ambulanza lo ha subito trasportato d’urgenza al San Raffaele, dove è stato sottoposto a un delicato intervento salvavita.

Il fratello responsabile del tentato omicidio è stato rintracciato all’alba in via Gramsci, sempre a Vimodrone, all’interno di un capannone in disuso, dove l’area degli uffici era stata adibita a camera da letto. I carabinieri hanno sottoposto a sequestro due paia di forbici intrise di sangue, ritenute arma del delitto. Per l’ucraino si sono aperte le porte del carcere di Monza.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.