Mentana spara a zero contro il governo: “Siamo l’unico paese a non avere un futuro”

Loading...


“L’Italia è l’unico paese che non ha futuro”. Lo dice e lo scrive forte e chiaro Enrico Mentana,  spietato contro il governo e l’assenza di politiche giovanili. E se le e critiche arrivano anche dalla scuderia de La 7 , sempre sostanzialmente benevola con il governo, o  quanto meno possibilista, vuol dire che siamo alla frutta veramente.  Il direttore del Tg La7 è tornato a tuonare da  Facebook dove scrive: “Siamo stati l’unico paese ad aver chiuso ermeticamente le scuole, con la foglia di fico della didattica a distanza, pur essendo i meno digitalizzati del continente. Gli studenti universitari non entrano in ateneo da dieci mesi, come buona parte dei liceali”.

Loading...

Mentana drastico contro il governo

Si moltiplicano le voci che sparano a zero contro un esecutivo mai come in questo momento concentrato di incapacità , ritardi, discordie interne. Il ritorno sui banchi previsto per il 7 gennaio è irrealistico, pensa Mentana. Non solo  lui. Il giornalista riporta il parere degli esperti che hanno più volte ricordato a Giuseppe Conte i rischi della scelta scellerata. A tali giudizi si stanno aggiungendo i pareri dei presidi , degli insegnanti, dei governatori di molte regioni. La scuola, in questo stato, non può riaprire. Questo il dramma: “Quella dell’istruzione è la principale  “industria” del paese  – ha proseguito Mentana-. Tutte le altre nel corso dei mesi sono state riaperte e messe in condizione di produrre. La scuola no“.

Mentana: “Il governo non ha imparato nulla”

“Abbiamo avuto più vittime di ogni altro paese d’Europa“, scrive Mentana in un lungo post. “Abbiamo così poco imparato la lezione della prima ondata che i numeri della seconda sono stati addirittura peggiori”. Ancora: “Stiamo facendo centinaia di miliardi di debito che i giovani di oggi dovranno restituire; non un capitolo del progetto di Recovery Fund riguarda il sostegno all’occupazione giovanile; la lesione plateale del diritto allo studio e della sua dignità costituisce il terzo indizio, e per dirla con Agatha Christie fa prova. Un paese che non si cura del futuro non ha futuro”.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.