Mario Draghi al posto di Giuseppe Conte? Il retroscena: “Ha lasciato la casa di campagna, con Mattarella un filo diretto”

Loading...

Mario Draghi ha rotto il silenzio. “Basta buttare soldi – ha tuonato l’ex presidente della Bce – in aiuti ad ampio spettro e in aree dove il mercato sta fallendo”, i progetti “devono essere utili e di elevato rendimento: la sostenibilità del debito pubblico sarà giudicata da come verrà impiegato il Recovery fund”. Più che monito, quello insinuatosi nella guerra tra Giuseppe Conte e Matteo Renzi, sembra un vero schiaffo al premier. Tanto che il presidente del Consiglio non l’ha presa bene: “Ancora lui – è il commento riportato dal Giornale -. E proprio adesso?”. Dunque è tornato il fantasma di Draghi. E la paura di Conte di essere sostituito è sempre più reale. L’economista da qualche settimana ha lasciato la casa in campagna e si è ritrasferito nel suo appartamento romano. “Mi cercano in tanti”. Anche Sergio Mattarella. Con lui – spiega il quotidiano di Sallusti – c’è un filo diretto. Il presidente della Repubblica lo consulta spesso.

Loading...

Draghi però non piace solo a Pd e centrodestra. Il Professore negli ultimi tempi ha ottenuto il plauso anche dei Cinque stelle. Dopo l’incontro con Luigi Di Maio, è Sergio Battelli, presidente della commissione Politiche Ue a condividere l’appello di Draghi. “Dobbiamo agire con urgenza per salvaguardare piccole e medie imprese in difficoltà di liquido. La governance si può migliorare”. Tutti pazzi per l’ex numero uno della Banca centrale europea verrebbe da dire.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.