“Forse l’8 ottobre dico davvero cos’è successo a Salvini”: Luca Palamara fa tremare la magistratura “eversiva”

Loading...

“La mia vicenda finirà l’8 ottobre”. Luca Palamara fa tremare la magistratura italiana, per il quale potrebbe diventare una sorta di Buscetta: lo scrive Augusto Minzolini, che dà conto di alcune dichiarazioni dell’ex presidente dell’Anm. “Hanno fatto in modo che arrivasse a conclusione prima che Davigo andasse in pensione”, ha accusato Palamara che poi ha aggiunto: “Avevo chiesto di sentire più di cento testi e me ne hanno concessi sei. Ho le carte per dimostrare che carriere e altro nascono dal gioco delle correnti, che è un problema di sistema, giusto o sbagliato che sia, e non del sottoscritto. Ma ogni volta che intervengono mi accusano di fare un comizio”.

Loading...

Poi quella frase che interessa anche il segretario della Lega: “Comunque, l’8 ottobre parlerò. Forse anche di ciò che è successo a Matteo Salvini”. Dichiarazioni forti, che di sicuro non faranno dormire sonni tranquilli agli ormai ex colleghi togati di Palamara. Il quale si è finalmente accorto che la miscela populismo-giustizialismo ha già provocato grossi danni al Paese: lo scrive sempre Minzolini, secondo cui le intercettazioni del pm romano hanno rivelato definitivamente un sistema in cui ci sono dei pezzi di magistratura che sono diventati i pretoriani di questo strano equilibrio politico, in cui alcuni non vengono toccati e ad altri capita di tutto.

Leggi la notizia su Libero Quotidiano 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.