Benetton e il palazzo romano “svenduto” dal governo Conte. Il Tempo: “Le mani del gruppo sul Tesoro”

Loading...

Il governo di Giuseppe Conte affidò ad un consociata della famiglia Benetton la vendita di un palazzone a piazza Augusto imperatore, pieno centro di Roma. Lo scrive il quotidiano  il Tempo. Un affarone dell’avvocato degli italiani che poteva fruttare allo Stato, 15 milioni di euro l’anno di affitto per dieci anni.

Si chiama Investire società di gestione del risparmio spa e l’11 dicembre 2018 il suo rappresentante, Giacomo Nigro, era presente all’atto di compravendita in quanto l’azienda, che aveva ricevuto l’incarico di gestire il Fondo Immobili Pubblici, controllato dal ministero dell’Economia, doveva procedere alla vendita dell’edificio nel cuore della Capitale. Dall’altra parte del tavolo, scrive il quotidiano di piazza Colonna, “c’era l’acquirente, l’amministratore delegato della “Edizione Property spa”, la società immobiliare della famiglia Benetton. Eppure la Investire Sgr spa, guidata da Arturo Nattino, ha come socio all’11,6% (1.720 azioni ordinarie) la Regia srl, società con quasi 29 milioni di capitale, presieduta da Sabrina Benetton, che è stata nominata il 28 novembre 2018, peraltro pochi giorni prima dell’atto di compravendita”. 

Loading...

Nelle conclusioni dell’atto di vendita si legge come i Benetton in data 20 luglio 2018,  avessero espresso una proposta irrevocabile per l’acquisto dell’immobile oggetto del presente contratto, che FIP (il fondo, ndr) ha ritenuto “congrua, seria e soddisfacente”.  Di più,  nell’atto di vendita si scopre  che anni prima la direzione regionale per i Beni culturali aveva dato il via libera alla vendita dell’immobile anche se   l’allora ministro Alberto Bonisoli avrebbe potuto esercitare il diritto di prelazione e, dunque,  si legge nel documento, “bloccare l’operazione”

Morale: per 150 milioni di euro, a cui sommare Iva imposte, i Benetton hanno acquisto un palazzo costruito dall’architetto Vittorio Ballio Morpurgo con vista sul Mausoleo di Augusto ma la mossa vincente è stato il cambio di destinazione d’uso. Così i Benetton, lo scorso luglio, hanno girato tutto il pacchetto a gruppo Bulgari, che farà dell’immobile un hotel (apertura prevista nel 2022) con un affitto di 15 milioni l’anno per dieci anni.
 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.