Sciarelli, il siluro alla Boldrini: «Tutti in ginocchio per Floyd e per altri nemmeno un colpo di tosse»

Loading...

Per George Floyd in ginocchio in Parlamento. Per l’italiano Magherini neanche “un colpo di tosse dalle istituzioni”. La solidarietà e la pietà un tanto al chilo. A parlare è Federica Sciarelli, che la Rai ha recentemente confermato a Chi l’ha visto? anche il prossimo anno. In un’ un’intervista coraggiosa al Fatto Quotidiano si racconta a tutto campo. La conduttrice ha parlato della cognizione del dolore che affronta in trasmissione: “Sono così intima del dolore altrui da averlo fatto mio. Mi segue, mi accompagna. Mi tinge le giornate e anche i pensieri. E scavo, scavo, scavo…“.

Ecco, in questo lavorio di scavo qualcosa non le torna, anzi è stridente. Sintomo di due pesi e di due misure. Si sofferma sulle proteste dilagate a macchia d’olio in tutto il mondo per il brutale omicidio di George Floyd a Minneapolis. Ma anche lei nota che per altri episodi analoghi e drammatici che avvengono a casa nostra, fuori dalle nostre case, la percezione delle istituzione è sorda o quasi.  Nessuno ha mai pensato di inginocchiarsi in Parlamento o fi compiere gesti simbolici per altre vicende drammatiche. Il “siluro” a Laura Boldrini è evidente quando la Sciarelli evoca la vicenda analoga di “Riccardo Magherini: aveva 40 anni, pieno di vita, ed è morto dopo che un carabiniere gli è salito sopra. Per George Floyd si è messo in moto il mondo, per Magherini nemmeno un colpo di tosse delle istituzioni”. Correva l’anno 2014 e Laura Boldrini, in aula per Riccardo, non si era inginocchiata. Era lei la presidente della Camera.

Loading...

“C’è un’Italia degli ultimi dimenticata”

E’ sinceramente apprezzabile l’indignazione di una conduttrice – certamente non vicina all’area di destra –  che tocca un argomento “sacro” della sinistra buonista. La sua è un’osservazione che rompe il muro del politicamente corretto. La pietà è per tutti o non è. “Esiste un’Italia degli ultimi”, dice la Sciarelli, “a cui spesso è negata giustizia in ragione del censo, del ceto sociale”. Tante storie la Sciarelli ha tirato fuori dal limbo. Non ultima “Angeli e Demoni”, l’affaire Bibbiano. Nessuno si è inginocchiato per una vicenda che ancora grida vendetta.  Per questo, pur desiderando staccarsi dalle storie di dolore di Chi l’ha visto?, alla fine non ci riesce e rimane legata alla trasmissione.

Lo Stato spesso chiude gli occhi e io mi incazzo

Spiega nell’intervista: “Se apri il libro della vita degli sventurati, lo inizi a sfogliare e non smetti più. Spesso, purtroppo, queste vicende, queste scomparse, non sono solo i destini dei disperati, ma gli esiti di uno Stato che chiude gli occhi dinanzi ai deboli. E iomi incazzo“. Si chiede come mai la morte di Magherini ed altre vicende disperate “non hanno fatto notizia?”.

Leggi la notizia su Il Secolo D’Italia

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.