Vespa affossa il governo: ‘Senza i soldi sentiremo suonar campane a morto’

Loading...

Continua a far discutere e ad accendere forti polemiche il discorso tenuto dal presidente del consiglio Giuseppe Conte nella serata di ieri sulla cosiddetta e quantomai auspicata “Fase 2”: anche Bruno Vespa si è espresso in merito con dei toni piuttosto preoccupati sia sulla sua pagina personale Twitter che su Facebook.

Un progetto che si è rivelato più fumoso di quanto gli italiani si sarebbero mai aspettati anche nella peggiore delle ipotesi, e che è arrivato dopo il lungo periodo di lockdown forzato con la motivazione di arginare la diffusione del Coronavirus sul territorio nazionale.

Quella che è stata invece dai più accaniti oppositori del primo ministro definita come “Fase uno e mezzo”, ed ha scatenato forti critiche non solo all’interno del Parlamento ma anche nel mondo della Chiesa, lascia basiti e preoccupati quanti cercano di comprendere che cosa potrebbe accadere nel prossimo mese per coloro che vengono esclusi dal lento processo di riapertura.

Loading...

Una scelta che crea malumori tra le opposizioni, che parlano di un massacro pronto per interi settori del comparto produttivo italiano. “Non condivido minimamente la scelta di riaprire le attività produttive per settori e lasciare fermi per molte settimane interi comparti economici. Così li si espongono a una chiusura quasi certa”, ha attaccato ieri a poche ore dal discorso di Giuseppe Conte la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. “Agli italiani che mi stanno scrivendo per capirci qualcosa di più devo confessare che non ne so nulla. Conte decide evidentemente da solo della vita e della libertà di ciascuno di noi”, conclude

Ad esprimere le proprie considerazioni in merito anche il conduttore di “Porta a Porta” Bruno Vespa, poco sibillino nel commento lasciato sui social network. “Sono in conflitto d’interessi come produttore di vino”, esordisce il conduttore della nota trasmissione di Rai Uno. “Ma con la riapertura di bar e ristoranti soltanto il primo giugno o sull’intero settore turistico pioveranno soldi dall’elicottero o sentiremo suonare molte campane a morto”, preannuncia con profonda amarezza alla conclusione del post.

Forti critiche al governo Conte arrivano anche dalle repliche apposte in calce al commento del giornalista. “Conte è un uomo pericoloso per il Paese. Sta portando l’Italia alla distruzione economica sociale. Non vorrei pensar male. Ma ho il sospetto che voglia l’Italia rasa al suolo per fine maggio per poi dire che il Mes e le pseudo soluzioni decise in Europa salveranno l’Italia”, attacca un follower.

“Ho la vaga impressione che ci sia voluta la scusa di un virus, per piegare la macchina da guerra produttiva Italiana ai diktat dei speculatori. Teutonici in primis”, affonda un altro utente.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.