Storie Italiane, scandalo a Fiumicino: coronavirus, arrivano 200 top-manager al giorno e non fanno la quarantena

Un caso clamoroso, scandaloso, sollevato da Storie Italiane di Eleonora Daniele. A Fiumicino, l’aeroporto di Roma, ogni giorno arrivano circa 200 uomini d’affari al giorno. Circa mille ingressi a settimana (in totale, compresi questi, sono circa 28mila gli arrivi settimanali), quasi tutti manager di multinazionali con sede in Italia, insomma lavoratori che hanno il permesso di circolare nei giorni del coronavirus. Ma il fatto è che queste persone non vengono sottoposte alla quarantena anti-Covid, a differenza di chiunque altro arrivi, dal 3 aprile in poi, in Italia. Un’eccezione pericolosissima: e se tra di loro ci fossero degli asintomatici, ovvero la principale minaccia secondo i virologi?

I manager in arrivo dall’estero possono stare in Italia un massimo di 72 ore, anche se poi i giorni di permanenza diventano cinque, poiché è semplice ottenere una proroga di 48 ore per “fondati motivi”. Dunque, alla partenza verso il nostro Paese, è sufficiente una autocertificazione sanitaria e indossare la masherina. Infine un controllo della febbre una volta in Italia: punto e stop. Una procedura che appare pericolosissima, un’altro buco da parte del governo. Un caso, come detto, sollevato da Storie Italiane di Eleonora Daniele. Un caso su cui fino ad ora era calato un assordante silenzio.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.