La Germania chiude i confini: stop ai treni diretti con l’Italia

Loading...

La Germania ha deciso di chiudere, almeno in via temporanea, i collegamenti ferroviari diretti con l’Italia.

Una decisione drastica, una delle tante che si stanno prendendo in questi giorni a più livelli, per via della diffusione dei contagi dovuti al coronavirus. Non si tratta di un vero e proprio blocco, bensì di una sospensione. Tutti i provvedimenti relativi alla situazione che sta sconvolgendo l’Europa ed il mondo sono temporanei, ma le tempistiche dipendono dalla nota inversione della curva: quando il quadro sui contagiati migliorerà, le disposizioni potranno essere rivisitate. La data prevista per ora, comunque sia, è il 3 aprile. Uno spartiacque che interessa anche i decreti che sono stati adottati in questa settimana dal governo italiano. Dalla Germania non ci si potrà più dirigere verso l’Italia: questo è il succo della decisione presa poco fa. Un’ipotesi che ha smesso di essere tale anche grazie alle indicazioni fornite dal governo teutonico, che nel frattempo sta ragionando sul da farsi.

Loading...

Dalle nazionalizzazioni delle imprese insolventi agli aiuti di Stato: Berlino si sta interrogando. E le soluzioni messe in campo potrebbero essere diverse a seconda dei casi. Vale la pena sottolineare, stando a quanto riportato dall’Adnkronos, come la disposizione sullo stop ai treni diretti in Italia sia stata confermata da Deutsche Bahn, ossia dalle ferrovie della Germania. L’esecutivo presieduto da Angela Merkel è impegnato in una riflessione su larga scala, che deve coinvolgere tanto le imprese quanto le persone dipendenti. Nessuno, insomma, dovrebbe essere lasciato indietro nelle intenzioni dei vertici politici teutonici. Un discorso diverso, invece, può essere fatto in materia di solidarietà continentale: il governo di Berlino ha sostanzialmente predisposto un blocco relativo alla esportazione di mascherine.

Un’azione che, considerando la nostra situazione interna, può influire sulla circolazione di quello che adesso è considerabile alla stregua di un bene di prima necessità.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.