Rula Jebreal a Sanremo: “Cachet da 25mila euro”

Loading...

Venticinque mila euro. Tanto avrebbe chiesto Rula Jebreal per partecipare alla settantesima edizione del Festival di Sanremo.

L’indiscrezione l’ha data Dagospia, il sito fondato e diretto da Roberto D’Agostino. Sul sito di retroscena, infatti, si legge: “Flash! Il compenso richiesto da Rula Jebreal alla rai per l’ospitata sanremese sarebbe di 25 mila euro. Il contratto è sulla scrivania di Salini…”.

Spetterebbe insomma all’amministratore delegato di “Mamma Rai” Fabrizio Salini – in quanto responsabile del bilancio dell’emittente pubblica – l’ultima parola sul compenso alla giornalista e scrittrice palestinese.

Peraltro, era stato proprio il sito Dagospia nelle scorse settimane ad annunciare in anteprima la decisione di Amadeus – a cui è stata affidata la conduzione e la direzione artistica della kermesse musicale – di affidare alla Jebreal un monologo sulle assi del palco del Teatro Ariston.

Loading...

Sanremo e il caso Rula Jebreal

Il settantesimo appuntamento del Festival della canzone italiana è molto atteso. Come ogni anni, a farla da protagonista – sai che novità! – sono le polemiche che accompagnano le settimane precedenti ai cinque giorni di evento. E più polemica c’è, meglio è per la manifestazione canora stessa. Che vive, si sa, di gossip, critiche, casi, gialli e zizzanie varie. Ecco, il caso Rula Jebreal ha infiammato non poco questo inizio di 2020.

Tutto, in realtà, parte già a fine 2019, quando si era iniziato a vociferare della presenza della palestinese come valletta “outsider” e della sua intenzione di portare Michelle Obama sul palco dell’Ariston di Sanremo. A tal proposito, sarebbe arrivata una frenata dalla Rai alla quale sarebbe seguito uno sfogo della stessa Jebreal in occasione di un’intervista a La Repubblica, durante la quale parlò addirittura di censura.

Misteri su misteri, fino alla presa di posizione ufficiale: Rula Jebreal sarà regolarmente al Festival di Sanremo (anche se non si sa ancora in quale veste) per parlare – forse – di violenza sulle donne. Ma anche qui è giallo e di certezze non se ne hanno.

Insomma, interrogativi su interrogativi e poche, anzi pochissime sicurezza. E lo stesso, appunto, vale per i presunti 25mila euro di cachet richiesti da Rula Jebreal per prendere parte all’evento televisivo italiano più atteso dell’anno, ogni anno.

Intanto su Twitter, però, è tornato a impazzare l’hashtag #BoicottaSanremo, lanciato e rilanciato dai tanti contribuenti italiani stanchi di un carrozzone spesso troppo di parte tenuto peraltro in piedi dai soldi pubblici.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.