Freddie Mercury, giallo di Natale: da 28 anni consegna doni agli amici

Loading...

Freddie Mercury è morto il 21 novembre 1991. Da quel giorno sono passati 28 anni.

Ma qualcosa del frontman dei Queen è rimasto. Oltre il ricordo di una leggenda anche un mistero: quello dei regali lasciati agli amici e che ogni anno vengono puntulamente consegnati.

Un rito che dura da anni

La tradizione prosegue senza sosta da 28 anni. Dal 1992, ogni anno, alla vigilia di Natale, dai magazzini Fortnum & Mason al 181 di Piccadilly partono in modo discreto dei fattorini che consegnano dei cesti natalizi a parenti o vecchi amici del cantante. Un gesto d’amore quelli di Mercury confermato da un portavoce del magazzino, al Daily Mail.

Loading...

Ma non è l’unico. Tra le star a rivelare la tradizione di Freddie Mercury è stato Elton John, a cui a Natale è stato recapito dipinto di fine Ottocento del pittore inglese Henry Scott Tuke. Pacco con tanto di biglietto di accompagnamento che recitava: “Cara Sharon, ho pensato che ti sarebbe piaciuto. Con amore, Melina. Buon Natale”. Il nome fa riferimento ai nomi usati dagli artisti come drag queen. Un riferimento che si trova anche nella biografia del cantante, dove si legge: “Ero sopraffatto, questo bellissimo uomo stava morendo di Aids e nei suoi ultimi giorni era riuscito in qualche modo a trovarmi un bel regalo di Natale. Per quanto triste fosse quel momento, è ciò a cui penso più spesso quando ricordo Freddie, perché rappresenta perfettamente il suo carattere”, come si legge sull’Huffington Post.

L’usanza di Mercury di regalare ali amici è la prova di quando dicesse in vita: “È molto più piacevole ricevere che dare -. E poi i soldi sono miei, me li sono guadagnati lavorando, quindi li spendo come voglio. È il bello di essere ricchi. Magari il denaro non compra la felicità, ma di sicuro può regalarla”. E così è stato.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.