Ecco il “super-Fisco” dei 5S per controllare spese e conti

Loading...

Il Fisco si prepara alla grande offensiva. La legge di Bilancio che sta per prendere forma in queste settimane ha un obiettivo chiaro: dare una stretta ai controlli del Fisco per recuperare risorse dalla caccia agli evasori.

Un piano quello voluto dai giallorossi che di fatto va a rivisitare le procedure per la lotta al nero e intensifica le verifiche e gli accertamenti fiscali. Come è noto le Entrate potranno usare diversi strumenti, dal risparmiometro al redditometro fino alle banche dati di Aci e motorizzazione per monitorare i tributi che riguardano proprio i veicoli. A questo piano va aggiunto anche l’accesso alle banche dati da parte della Guardia di Finanza. Insomma i giallorssi puntano forte sul recupero dell’evasione per reperire quelle risorse che difficilmente riescono a reperire da altre voci della manovra. Ma i 5 Stelle vogliono fare un altro passo in avanti e inasprire ancora di più i controlli. E vogliono farlo a modo loro: usando al massimo la tecnologia informatica per “spiare” le tasche degli italiani. In questa direzione non va sottovalutato un ordine del giorno approvato ieri alla Camera a firma grillina con Raffaele Trano, Giovanni Currò e Paolo Giuliodori.

Loading...

L’Odg si focalizza su un aspetto cruciale in materia di finanze: l’evasione fiscale. “Abbiamo chiesto al governo – spiegano i deputati – maggiore incisività nel contrasto all’evasione e alle frodi fiscali, un problema annoso che affligge il tessuto economico e sociale del Paese, andando a migliorare i livelli di sicurezza, stabilità e semplificazione in favore dei contribuenti e degli operatori del settore economico. Maggiore certezza e procedure più semplificate per i cittadini”. Ed è a questo punto che prende forma il piano per una super-Fisco che di fatto dovrà dare la caccia a chi evade: “Serve una piena condivisione nella pianificazione e lo svolgimento delle attività istruttorie. Serve un coordinamento strategico e tecnico-operativo, tra i vari enti e nelle attività ispettive. La tecnologia ce lo consente, vogliamo sfruttarne meglio le potenzialità”. A questo punto prende piede sempre di più la battaglia fiscale dei grillini contro il nero e contro gli evasori. I 5 Stelle arrivano al punto e svelano il piano per un Fisco sempre più invadente: “Bisogna applicare le tecnologie informatiche – affermano i deputati – può offrire un supporto notevole alle attività di analisi delle banche dati provenienti dalle varie amministrazioni. Banche dati integrate e opportunamente elaborate per costruire un sistema strutturato di scambio di informazioni, ottimizzare l’efficacia e il coordinamento tra enti e strutture nella pianificazione e nello svolgimento delle attività istruttorie. Questo è l’obiettivo”. In questa direzione i grillini suggeriscono la creazione di un super-Fisco con una convergenza di azione da parte dell’Agenzia delle Entrate, della Guardia di Finanza e l’Ispettorato del Lavoro. I 5S chiedono un sistema integrato per uno scambio immediato di dati, documenti e informazioni per perseguire in modo più efficace chi evade, ma anche, tra le righe, per controllare ogni singola spesa degli italiani.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.