“Rischio microbiologico”, richiamati alcuni latticini

Loading...

Latticini a rischio, latticini ritirati. I supermercati Lidl hanno diffuso il richiamo di quattrolotti di latte parzialmente scremato pastorizzato omogeneizzato, a marchio Milbona, a causa di una non conformità microbiologica rilevata in autocontrollo.

Secondo quanto riportato da Il fatto alimentare, il prodotto è venduto in confezioni da un litro con le date di scadenza che corrispondono a 14/10/2019, 15/10/2019 e 20/10/2019. Il latte richiamato è stato prodotto per Lidl da Fude + Serrahn Milchprodukte GmbH & Co, nello stabilimento di Münsterstraße 31, a Everswinkel, Renania Settentrionale-Vestfalia, in Germania. In base a quanto indicato dopo l’annuncio, infatti, a scopo precauzionale i supermercati Lidl raccomandano di non consumare il latte con le date di scadenza segnalate e di riconsegnarlo al punto vendita, dove verrà rimborsato (anche senza presentare lo scontrino). I supermercati Lidl, per rispondere alle eventuali domande e segnalazioni di clienti e consumatori ha messo a disposizione il proprio servizio clienti al numero verde 800 480048.

Loading...

Richiamati anche gorgonzola e mascarpone

Ma Lidl non è stato il solo supermercato a richiamare alcuni lotti di latticini. Sempre in queste ore, il ministero della Saluteha pubblicato l’avviso di richiamo precauzionale di un lotto di gorgonzola e mascarpone Duetto a marchio Mauri, per la possibile presenza al loro interno di Listeria monocytogenes, che è stata rilevata in autocontrollo da Migros, un distributore svizzero. Il formaggio che deve essere riconsegnato ai supermercati è stato venduto in vaschette da 200 grammi con il numero di lotto 2550009 e la data di scadenza 10/10/2019. Migros, però, sulla sua pagina reclami avrebbe indicato come data di scadenza il 21/10/2019, mentre nei cartelli esposti nei punti vendita Esselunga sarebbero state indicate le date 10/10/2019 e 16/10/2019. Le confezioni richiamate sono state prodotte da Emilio Mauri Spa, nello stabilimento di via Provinciale 11, a Pasturo, in provincia di Leggo e il marchio di identificazione è IT 0348 CE. Come nel caso del latte, anche in questa circostanza il ministero raccomanda di non consumare il prodotto e di restituirlo al punto vendita d’acquisto.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.