Infastidisce i passanti e aggredisce gli agenti: fermato marocchino

Loading...

Nella serata di venerdì, un marocchino di 21 anni è stato arrestato dagli agenti della Questura di Como con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Lo straniero, infatti si era posizionato nel parcheggio del supermercato Coop situato in via Giussani a Rebbio e, in un delirio di follia, ha iniziato ad infastidire i passanti ed i clienti dell’esercizio commerciale. Non contento, ha insultato ed aggredito i poliziotti intervenuti dopo le ripetute segnalazioni arrivate al centralino da parte di cittadini esasperati.

Lo straniero, inoltre, avrebbe forse avuto anche una accesa discussione con un avventore dello stesso punto vendita a causa del cellulare.

Loading...

A causa delle intemperanze dell’immigrato, la tensione nell’area parcheggio del supermercato era salita alle stelle. Diverse persone, sentendosi minacciate dall’atteggiamento piuttosto aggressivo dell’extracomunitario, hanno deciso di allertare la polizia che, quasi immediatamente, è giunta sul posto.

L’immigrato, alla vista degli agenti, si innervosito ancor di più tanto che si è scagliato con veemenza contro gli uomini delle forze dell’ordine.

Il ragazzo, oltre a rifiutarsi di esibire il documento d’identità, ha opposto una tenace resistenza ad ogni forma di controllo. Solo con grande fatica, i poliziotti sono riusciti a far salire il nordafricano in macchina per condurlo preso gli Uffici della Questura per la necessaria identificazione.

Eppure, la furia del marocchino non era ancora placata. Lo straniero, infatti, ha colpito con calci e pugni la paratia divisoria in plexiglas della volante, danneggiandola. Una volta giunti in Questura, l’extracomunitario ha insultato gli agenti e provato a sfondare la porta delle camere di sicurezza.

Nella mattinata di ieri, il Giudice del Tribunale di Como ha convalidato l’arresto. L’immigrato, con numerosi precedenti, ha chiesto i termini a difesa con il giudice che ha disposto il suo trasferimento in carcere in attesa del processo.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.