Cellulare alla guida, la telecamera più potente del mondo può spiare gli automobilisti più indisciplinati

La loro tecnologia è talmente sofisticata da riuscire a catturare le immagini all’interno delle macchine in corsa.

Anche a una velocità molto sostenuta. Tipo fino a 300 chilometri all’ora. Sono tra le telecamere più precise al mondo e sono in grado di registrare, anche di notte e in condizioni meteorologiche avverse, le immagini degli automobilisti che utilizzano il cellulare alla guida.

Secondo quanto mostrato da un video pubblicato da La Stampa, la tecnologia di queste apparecchiature utilizza un sistema di sensori basato su un radar in grado di rilevare automaticamente i velicoli e registrane i dati. Compresi foto e video ripresi attraverso il parabrezza dell’auto. I dati, a questo punto, vengono prima analizzati da un’intelligenza artificiale e successivamente trasmessi a una persona per l’ultima revisione.

I primi test in Australia

Durante il periodo di prova, a ottobre, circa 11mila pesone sono state immortralate mentre utilizzavano il telefono alla guida delle loro macchine. Le telecamere, per la prova, sono state installate in due diverse strade di Sydney, in Australia, per l’esperimento pilota. Che durerà fino ad aprile 2019. Passati i mesi necessari per perfezionare il sistema, ai conducenti australiani potrebbero arrivare multe di 337 dollari e cinque punti in meno di patente.

La situazione italiana

E per multare gli automobilisti più indisciplinati, in Italia, la polizia municipale di Torino ha disposto delle pattuglie di motociclisti in borghese per sorprendere i guidatori che usano il cellulare alla guida. I fermati rischiano una multa da 161 euro e il decurtamento di sei punti della patente.

il giornale.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.