Ammissione shock di Prodi: ecco cosa vogliono fare Germania e Francia con l’Europa.

Loading...

Romano Prodi si è accorto che qualcosa in Europa non funziona come credeva.

Qualcuno direbbe che questo sia accaduto con un “pò di ritardo” ma il professore non ha esitato a definire l’attuale situazione dell’Ue:

“la Francia si è presa il monopolio della politica estera, la Germania quello della politica economica, e invece che avere un’Europa con un motore a due pistoni che vanno in armonia, abbiamo un’Europa con due motori a un pistone ciascuno”.

L’asse franco-tedesco, come da sempre afferma il fronte di destra, domina l’Europa anche per il professore Romano Prodi.

Per l’ex premier, l’assenza di un’unica voce da parte dell’Europa fa sì che l’Unione si ritrovi in una “situazione di assoluta debolezza di fronte alle trasformazioni del mondo. C’è un detto che dice ‘chi pecora si fa, il lupo se lo mangia””.

E, sottolineando la difficile posizione dell’Europa rispetto allo scontro tra USA e China, ritiene che “l’Europa non possa essere l’anello passivo, il pungiball delle tensioni e dell’economia politica mondiale. Ci troviamo a discutere di uno scenario che va verso un ulteriore affinamento delle sanzioni. Si tratta di un’involuzione dell’economia internazionale che sta fortemente cambiando lo schema del commercio”.

Loading...

Non manca poi la previsione sulle elezioni europee:

“Le posizioni euroscettiche non saranno dominanti, sicuramente stanno crescendo ma, se si va alle elezioni con un vero programma sull’Europa, la gente voterà per partiti europei”.

Ma la sua è una previsione o un desiderio?

Cosa ne pensi?

Fonte: IlGiornale

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.