Diciotti, l’eritreo in fuga: “Qui in Italia non ci volete”, l’ultimo trionfo di Matteo Salvini

Loading...

“Abbiamo capito che l’Italia non ci vuole“. Isaiaas, 25 anni, di Keren, è uno dei 50 eritrei sbarcati dalla nave Diciotti che si sono allontanati dalle strutture della Cei che li ospitavano. In una intervista a Repubblica, l’immigrato racconta: “A Catania ci siamo spaventati quando dalla nave abbiamo visto tutta quella gente che protestava e gli scontri con la polizia. Il comandante con noi era gentilissimo, ci diceva di avere pazienza ma non capivamo bene cosa stesse accadendo”. “Ci siamo spaventati – aggiunge -, eravamo sicuri che dopo qualche giorno ci avrebbero portati via dall’Italia e mandati via. Ma perché? Ci chiedevamo. Noi siamo eritrei, abbiamo diritto all’asilo. E così molti hanno preferito andare via prima”

Loading...

Insomma, la linea dura di Matteo Salvini sta spingendo gli immigrati che sbarcano nel nostro Paese a non restarci: “Devo arrivare in Svizzera. So che ora è più difficile. Fino a qualche tempo fa davano asilo a chiunque scappasse dall’Eritrea. I miei cugini e i miei zii sono arrivati lì così”.

E conclude: “Per chi ha passato quello che abbiamo passato noi, l’unico desiderio è arrivare in un posto in cui sentirsi al sicuro. E in Italia oggi non ci sentiamo più al sicuro”.

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.