Ponte Morandi, Delrio: ‘Non c’è niente per Genova e genovesi, ci aspettavamo proposte concrete’

L’ex ministro dei Trasporti Graziano Delrio, intervenendo durante l’audizione del Ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli alle Commissioni VIII di Aula e Senato, ha criticato il governo Conte per la gestione dell’emergenza a Genova in seguito al crollo del Ponte Morandi:

“Ci aspettavamo un avanzamento nella scoperta delle verità dei fatti. Qualcosa studiata, per i genovesi. Una serie di proposte o magari una legge speciale oppure un decreto per non far pagare i mutui delle case danneggiate. O investimenti per il porto. O un’idea su chi ricostruirà il ponte e la gronda. Ci aspettavamo di conoscere verità e responsabilità, capire se sarà rinnovata la concessione, proposte per l’economia del territorio e delle famiglie. Non abbiamo sentito nulla,” ha detto.

“Non si è capito” ha aggiunto “quali siano le prospettive future. Unica cosa positiva: è stata corretta una menzogna: il PD non ha prolungato la concessione ad Autostrade per l’Italia. Era una bugia ed è bene sia stata sconfessata pubblicamente”.

“Finalmente – ha proseguito – Toninelli ha corretto una menzogna che ha detto pubblicamente più volte, e cioè che il governo del Pd aveva prolungato la concessione ad Autostrade per l’Italia. Questa è una bugia ed è bene che il ministro abbia fatto marcia indietro”.

Autostrade, Toninelli: ’20 anni di segreti e di omissis’

Il ministro Toninelli, dopo l’audizione, ha scritto su Facebook:

“Ecco gli effetti dell’azione politica del Governo del cambiamento. Dopo quasi 20 anni dalla privatizzazione, dopo 20 anni di segreti e di omissis, Autostrade per l’Italia dice improvvisamente di voler fare trasparenza cercando di far apparire il proprio gesto come spontaneo e dettato da un autonomo desiderio di venire incontro all’interesse pubblico”.

“Peccato che” ha aggiunto “già venerdì scorso, come testimoniato dalla lettera allegata qui sotto, io avessi dato mandato alla dirigenza del Mit di tirare fuori tutti gli atti, gli allegati e il Piano finanziario connessi alla convenzione”.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.