La Ong Open Arms si dirige verso la Spagna, Matteo Salvini: “Hanno qualcosa da nascondere?”

La Ong Open Arms con a bordo Josephine, unica superstite del naufragio avvenuto in acque libiche, e i cadaveri di un’altra donna e di un bambino si sta dirigendo verso la Spagna. “Anche se l’Italia ci ha dato la disponibilità di un porto di sbarco a Catania  rifiutiamo il porto di sbarco italiano dopo le dichiarazioni del governo e per il fatto che non crediamo che in Italia ci sia un porto sicuro”, ha detto il direttore delle operazioni di bordo della Open Arms, Riccardo Gatti, in una intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei.

Un attacco assurdo al ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Siamo anche preoccupati per la donna da noi salvata per la sua tutela e la piena libertà nel rendere una testimonianza in sicurezza perché Salvini ha dichiarato che tutto ciò che abbiamo detto è una fake news. Questo ci fa pensare che non sia sicuro attraccare in Italia”.

Ma il ministro dell’Interno non ci sta e con un post su Twitter ribatte alle accuse sollevando anche un dubbio: “Nonostante la nostra disponibilità di porti siciliani, la nave Ong va in Spagna, con donna ferita e due morti… Non sarà che hanno qualcosa da nascondere?“.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.